Non saranno i Tropici ma con queste piante tropicali d’appartamento, adatte anche per stanze con poca luce avremo un angolo di Eden in casa

Ad aprile siamo tutti dediti a curare il giardino e il balcone ma non dobbiamo trascurare gli interni. Con le piante di origine tropicale potremo decorare anche il nostro appartamento e portare un po’ di primavera in casa. Vediamo subito quali varierà si adattano a locali con poca luce naturale.

Non saranno i Tropici ma con queste piante tropicali d’appartamento, adatte anche per stanze con poca luce avremo un angolo di Eden in casa

Nome botanico, Musa velutina, questa specie tropicale è indicata proprio per gli interni. Si tratta di una pianta perenne, il banano rosa con un’infiorescenza davvero appariscente. Ha fogliame grande ed elegante, adatto a riempire angoli vuoti. Può persino fruttificare ma attenzione perché le piccole banane non sono commestibili. Occorre prestare attenzione anche ai nostri amici animali perché non è edibile neppure da questi ultimi.

L’Alocasia

È davvero facile coltivarla e si adatta bene alla vita domestica perché predilige le zone parzialmente ombreggiate e le temperature fra i 15 e i 30°. Potrebbe essere l’ideale posizionarla in una stanza rivolta a Nord su un davanzale magari protetto da una tenda. Ha un fogliame davvero spettacolare: è a forma di cuore ma viene anche detta pianta dalle orecchie dell’elefante. È questa la definizione forse più calzante ed evocativa per raffigurare visivamente le foglie dell’Alocasioa. La troviamo in diverse varietà: con foglie verdi e gialle oppure verde scuro e contorni biancastri.

Non necessita di particolari cure ma solo di una forte umidità. Non deve mai mancare acqua nel sottovaso. Almeno una volta al mese sarà necessario lucidare le foglie: basterà un panno umido e un goccio di maionese. Se dovesse presentare problemi di parassiti come il ragnetto rosso o afidi, non esitiamo a spruzzare l’area con una soluzione di acqua e sapone di Marsiglia. Non saranno i Tropici ma questa pianta è facile da coltivare e bella da vedere.

La Chamaedorea

Visivamente potrebbe ricordare una piccola palma, ma questa pianta è decisamente resistente. La Chamaedorea è una palmetta nana e non cresce più di un metro e trenta. La temperatura che predilige è i 20° e per questo diventa adatta ad appartamenti. Come l’Alocasia, questa pianta ha bisogno di umidità e di pulire le foglie con un panno umido. Per quanto riguarda il terriccio, deve essere sciolto, costituito da sabbia e gusci di frutta secca sminuzzati. La luce di cui ha bisogno è quella di filtrata da una tenda.

Non saranno i Tropici ma con queste piante tropicali saremo trasportati con il pensiero, in luoghi caldi e lambiti dall’oceano.

Lettura consigliata

Oltre alla Dipladenia e all’Echinacea è questa la pianta dai fiori colorati e profumati che cresce rapidamente per avere un giardino e un balcone da invidia già da maggio

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te