Non più Andrea e Anna ma ecco i nomi più usati per nati nel 2021 con alcune sorprese interessanti

A tutta la generazione di Lettori degli anni ’70 capitava spesso di avere in classe compagni con gli stessi nomi. Da Andrea a Stefano, da Marco a Giovanni, solo per fare qualche esempio comune tra i maschietti. Mentre tra le ragazze i più frequenti erano Elena, Anna, Giulia e la sempre presente Maria. Guardando a distanza di anni i nomi scelti per i nuovi nati, c’è stato un vero e proprio ribaltone. Ma, secondo le statistiche ufficiali, siamo in un certo senso ritornati al passato, quello storico, lasciando da parte i nomi inglesi e un po’ particolari. Non più Andrea e Anna ma ecco i nomi più usati per nati nel 2021 con alcune sorprese interessanti. Vediamo quali sono stati i personaggi storici che hanno richiamato l’attenzione di mamma e papà nel dare i nomi ai propri figli.

Un vero e proprio boom di classicità

Potremmo veramente dire che nella scelta dei nomi dei neonati c’è lo specchio di una società cambiata. Mamma e papà, spesso laureati e quasi sempre diplomati hanno infatti lasciato traccia dei propri studi nei nomi dei figli. Ecco, quindi che i nomi più usati per i maschietti nel 2021 sono stati:

  • Alessandro;
  • Francesco;
  • Leonardo.

Tra le bambine:

  • Ginevra;
  • Sofia;
  • Aurora.

Sembra sempre più perdersi la vecchia tradizione famigliare di chiamare i neonati coi nomi dei nonni. Consuetudine che rimane in alcune regioni, registrando però in anagrafe come secondo nome del neonato quello di un parente caro.

Non più Andrea e Anna ma ecco i nomi più usati per nati nel 2021 con alcune sorprese interessanti

Se l’elenco riporta chiaramente alla storia, all’arte e alla letteratura, tra i nomi particolari e originali, ci sono delle novità rispetto agli anni precedenti. Tra i maschietti, c’è stata una vera e propria esplosione di Enea. Il richiamo agli studi classici del famoso eroe è evidente. Un personaggio che incarna l’amore per la famiglia, i valori pratici, ma anche il senso della religione e il coraggio di affrontare le situazioni.

Tra le bimbe, un pari merito nei nomi originali tra Cloe e Tea. Il soprannome di una dea e il significato stesso di “dea”. Nomi brevi, che riportano anch’essi alla storia e alla tradizione classica e che hanno segnato forse il definitivo distacco dai nomi inglesi ma degli ultimi anni.

Approfondimento

Se Ariete e Toro faranno fortuna all’inizio del 2022 ecco il segno top che in amore avrà tutti ai suoi piedi

Consigliati per te