Non molti sanno che mangiare ananas in certe occasioni ha degli effetti collaterali pericolosi per la salute

L’ananas è un frutto originario dell’America del Sud. Al giorno d’oggi, viene apprezzato e coltivato in molti luoghi del mondo. Sia per le sue proprietà che per il gusto particolare, l’ananas è usato in cucina e come cura naturale.

Esso è, infatti, considerato un ottimo alimento digestivo. Inoltre, il consumo di questo frutto apporta numerosi benefici all’organismo dell’uomo. Tuttavia, non molti sanno che mangiare ananas in certe occasioni ha degli effetti collaterali pericolosi per la salute.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Scopriamo in questo articolo quali sono i benefici del consumo di ananas. Ma soprattutto quando bisogna evitare di mangiarne per non incappare in brutte sorprese.

Le caratteristiche nutritive e curative

L’ananas è considerato un alimento benefico per la ricchezza di Sali minerali, vitamine A, B,C e carotenoidi. La presenza di bromelina, sia nel gambo che nella polpa, fa di questo frutto un cibo alcalino. Ciò significa che aiuta il l’organismo in caso di infiammazioni, specialmente del tratto intestinale.

Per tale ragione, dopo un abbondante pasto, spesso viene consigliata una fetta di ananas. Solitamente viene consumata la polpa. Ma anche la buccia e le foglie contengono la bromelina e altre sostanze benefiche. L’azione decongestionante agisce anche in caso di infiammazione articolare, muscolare, di cellulite e traumi della pelle.

Mangiare ananas ha un’azione fortificante in caso di scarsa circolazione sanguigna. Infatti, agisce contro la formazione di trombi e coaguli del sangue.

Non molti sanno che mangiare ananas in certe occasioni ha degli effetti collaterali pericolosi per la salute

Ma nonostante tutte gli effetti positivi che mangiare ananas determina, ci sono situazioni in cui mangiare questo frutto potrebbe fare male. Esistono degli effetti collaterali del consumo di ananas che si manifestano solo su alcune persone.

Ci sono individui che manifestano ipersensibilità a questo frutto. Ciò comporta il rischio di gravi irritazioni al tratto intestinale, con dolore e nausea. Potrebbe essere proprio la bromelina a creare difficoltà. Pertanto è necessario fermare il consumo di ananas.

La stessa cosa vale per coloro che soffrono di ulcera peptica. Lo stomaco, già provato dall’ulcera, viene indebolito dalla bromelina. Ciò comporta bruciore, succhi gastrici ancora più acidi e lesioni alla mucosa.

Alcune persone risultano addirittura allergici all’ananas. L’allergia si manifesta dopo aver consumato la polpa con un sapore metallico e pizzicore generale alla bocca. Ancora, consumare ananas è sconsigliato per le donne in gravidanza e allattamento, per coloro che stanno prendendo medicinali anticoagulanti (il sangue potrebbe risultare troppo fluido) o per l’ipertensione.

Consigliati per te