Non li comperiamo mai eppure questi vini italiani economici sono buoni e sottovalutati

Trovandoci un giorno in un pub di Edimburgo eravamo in difficoltà nella lista delle birre da scegliere. Alla nostra richiesta di aiuto al personale, chiedendo qualcosa di particolare, la risposta fu sibillina: “In Scozia tutte le birre sono buone, anche quelle economiche”. Così come il whisky. E i nostri Lettori che hanno avuto il piacere di visitare questo meraviglioso Paese potranno sicuramente essere d’accordo con noi. Allo stesso modo funziona in Italia, patria del vino e dell’olio. Possiamo vantare in tutto il Mondo una tradizione vitivinicola assolutamente d’eccellenza. Ma esistono anche dei prodotti di nicchia e meno commercializzati che sono altrettanto validi. Non li comperiamo mai eppure questi vini italiani economici sono buoni e sottovalutati.

Due vini siciliani di assoluta qualità

La splendida Sicilia non è solo la patria dei pistacchi e dei cannoli. Nasconde altri prodotti tipici davvero eccezionali, tra cui un paio di vini poco conosciuti. Il primo è il Cataratto, il cui nome non possiede forse quel fascino dei colleghi più importanti. Eppure, chi se ne intende sa che questo bianco cresce e prospera sulle colline brulle della Trinacria. Secondo gli esperti, in grado di competere con i migliori vini bianchi del nostro Paese. Dal bianco al rosso ma sempre restando sull’isola, ecco il Cerasuolo di Vittoria. Stavolta il nome manifesta la bontà di questo rosso dal gusto intenso e prezioso. Carico di personalità come tutta questa terra che da secoli è impregnata di cultura e arte. Anche a tavola.

Non li comperiamo mai eppure questi vini italiani economici sono buoni e sottovalutati

Saliamo a Nord di qualche chilometro e fermiamoci nella bellissima Calabria, dove aleggia un vero e proprio mistero. Qui nasce uno dei rossi in assoluto più sottovalutato dell’intera penisola: il Cirò. È incredibile come potrebbe capitarci di trovarlo nelle pizzerie gestite dagli italiani all’estero e non qui da noi. Possiamo testimoniarlo, avendolo visto e gustato di persona nella vicina Germania. In una potenziale classifica dei vini intensi e di grande emozione del nostro Sud, il Cirò potrebbe competere per le primissime posizioni.

Chiudiamo con una terra dei vini

Parlare di Veneto e del vino significa affrontare davvero un binomio impossibile da evitare. In questa bellissima regione, infatti sono tantissime le etichette e le qualità che tutto il Mondo ci invidia. Eppure, esistono anche dei vini particolari, come il Tai Rosso, che un tempo si chiamava Tocai e che conoscono quasi solo gli intenditori. Talmente buono e particolare che in molte zone viene addirittura servito assieme al baccalà alla vicentina.

Sappiamo di non aver citato moltissimi altri vini meno conosciuti ma davvero speciali che promettiamo di inserire nei prossimi articoli. Senza dimenticare che potremmo bere vino e abbassare il colesterolo, incredibile ma vero, ma con assoluta moderazione.

Approfondimento

Ecco perché anche bere un bicchiere di vino bianco fa bene alla salute

Consigliati per te