Non latte, burro o formaggio, per mantecare il risotto e renderlo cremoso basta questo sistema noto a pochi

Il risotto è un primo piatto molto apprezzato. Caldo, fumante e mantecato all’onda, in inverno si gusta spesso con piacere. Tra l’altro, è un piatto che si presta per la preparazione di svariate ricette. Tra le più note, troviamo il riso alla parmigiana, quello giallo con lo zafferano ed ovviamente il più noto coi funghi. Ma possiamo spaziare con la fantasia e fare numerose altre varianti. Il riso si sposa molto bene con le verdure, ad esempio. Oltre al tradizionale risotto con il radicchio, con la zucca o con i carciofi, sarebbe da provare questo con broccoli e pancetta. Davvero molto gustoso e diverso dal solito.

Senza dimenticare pesce, carne e legumi. Ricordiamo ad esempio il riso coi piselli, il risotto con la salsiccia o quello alla pescatora. Insomma, le varianti da portare in tavola sono davvero infinite. Fare un risotto a regola d’arte non è però proprio così semplice. Anche la variante più basilare, richiede una certa maestria e la corretta applicazione di determinati passaggi.

Ricordiamo i passaggi fondamentali

Per prima cosa, il riso va tostato a secco senza l’aggiunta di alcun condimento, ma semplicemente usando una pentola bella calda. In genere, per la buona riuscita di un risotto, dobbiamo usare un buon brodo vegetale. Il riso va poi sfumato. Per questa fase, usare del vino freddo da frigorifero. Infine, vi è poi il momento cruciale della mantecatura. Una fase molto delicata e che molti gestiscono in maniera differente. Alcuni la fanno a fuoco spento ed altri con la pentola ancora sul fuoco. Per quanto poi riguarda gli ingredienti, qui ci si sbizzarrisce davvero. Molti usano il formaggio grattugiato, altri un goccio di latte. C’è poi chi aggiunge una noce di burro e chi ancora un po’ di panna. Nelle prossime righe daremo la nostra versione.

Non latte, burro o formaggio, per mantecare il risotto e renderlo cremoso basta questo sistema noto a pochi

La versione che andremo a spiegare sembrerà incredibile ma ha effetto garantito.

Prima di preparare il riso, magari mentre sta bollendo il brodo, prepariamo questa cremina. In un pentolino, mettere un filo d’olio a scaldare. Nel frattempo, tagliare a piccolissimi tocchetti una mela gialla. Far cuocere a fiamma bassa e aggiustare di sale. Una volta che la frutta sarà bella morbida, creare una crema. Possiamo usare il classico frullatore a immersione oppure, con un po’ di pazienza, schiacciare il tutto con la forchetta. Tenere la purea ottenuta da parte. Nella fase finale della cottura del nostro risotto, lasciare la pentola sul fuoco, con la fiamma bassa. Aggiungere la purea di mela e mescolare.

E così, non latte, burro o formaggio per la perfetta mantecatura del riso. Ma un ingrediente assolutamente semplice e naturale con zero grassi e pochissime calorie!

Approfondimento

I segreti dei grandi chef per preparare un risotto buonissimo, cremoso e da leccarsi i baffi

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te