Non l’aerobica o il jogging ma il beer yoga è lo sport che spopola nel Mondo

Niente corsette sudate e niente saltelli forsennati, niente tutine e scaldamuscoli rosa, come quelli di Jamie Lee Curtis o Jane Fonda. Quello che spopola oggi nel Mondo dopo il suo esordio in California è una curiosa variante di una seria disciplina. Anzi, della più seria al Mondo, dedicata al benessere del corpo. Da quando l’hanno presentata a Rimini Wellness 2021, corsi e adepti si sono moltiplicati in un battibaleno.

In pochi mesi i risultati raggiunti ovunque sono stati strepitosi. Come a suo tempo per la diffusione della medicina ayurvedica. Anche chi non ha mai approcciato questa pratica, ne è irresistibilmente adatto. Stiamo parlando del nuovissimo beer yoga, una variante moderatamente alcolica dello yoga tradizionale che viene dall’India. Prima di storcere il naso, vediamo di cosa si tratta e come è nato questo trend, per poi anche decidere di provarlo.

Un trend che spopola dagli USA all’Australia

Non l’aerobica o il jogging ma il beer yoga è lo sport che spopola. Il beer yoga non prevede strani asana da eseguire. Le tecniche sono sempre quelle, le sequenze sempre quelle. Le posizioni da eseguire con tutta calma sono quelle tradizionali che si insegnano in tutte le scuole del mondo. Solo che ogni tanto ci si ferma un momento per bere un sorso di birra.

La birra da yoga va bene di qualsiasi provenienza (luppolo, cereali, riso) e si tiene fresca di fianco al tappetino. Possiamo scegliere fra un grande marchio o una birra artigianale. Presentandoci, per conservarla con la sua bottiglietta, con una lattina ghiacciata o servita in un bicchiere. I maestri americani di beer yoga assicurano che la bevanda è un vero toccasana. Aiuta la meditazione, libera i chakra e ci porta dritti alla coscienza superiore.

Dunque, è bene non dar retta alle risatine, quando ne parliamo in giro. Perché in realtà, fare un sorso tra una posizione e l’altra, non è come dirlo. In più si può bere ma senza esagerare, consigliano gli adepti che si moltiplicano dagli Usa all’Australia. Non dobbiamo perdere la concentrazione.

Non l’aerobica o il jogging ma il beer yoga è lo sport che spopola

Per i più competenti in fatto di pratica yoga, ecco le posizioni che secondo i fondatori della disciplina sono le più adatte da eseguire. Servono per conciliare la bevuta con il movimento e l’allenamento. Innanzitutto, c’è la posizione dell’albero, il Vrksasana. Serve a rafforzare l’equilibrio e la calma e ringiovanisce la pelle. A proposito di questo, ecco gli attrezzi giusti per il facilissimo allenamento quotidiano che ringiovanisce il viso. Bisogna solo riuscire a stare in bilico con una birra tra le dita. Un’altra posizione interessante è il Tuladandasana. Magari possiamo eseguire questo asana di beer yoga quando la bottiglia è ancora da aprire, se pensiamo di non farcela. Se non beviamo birra per motivi religiosi, possiamo fare tutto con la Hop Water.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te