Non la solita pasta sfoglia ripiena, ecco un timballo salvacena da leccarsi i baffi con gli avanzi del frigo pronto in soli 15 minuti

Spesso capita che dopo una cena o un pranzo avanzino degli ingredienti che dimentichiamo in frigo. Letteralmente li scordiamo e, dopo qualche giorno, compare una strana pentola sospetta e non sappiamo cosa ci sia all’interno. Magari non abbiamo voglia di mangiare lo stesso piatto anche la sera o il giorno dopo e rimandiamo a tempi migliori. Con il rischio, però, di dover buttare quanto avanzato perché è andato a male e si è ammuffito. Ecco, quindi, una sfiziosissima ricetta deliziosa per riciclare un ingrediente che non manca mai nelle nostre cucine. Ovvero il purè di patate.

Ecco tutto quello che ci servirà

Quando lo cuciniamo ne facciamo in abbondanza. Cremoso e gustoso, è davvero buonissimo anche con un accompagnamento di carne. Ma capita che le quantità siano sempre in più, rispetto al numero di persone che lo mangiano. Per questo motivo, anche con solo 400 g di purè in avanzo possiamo creare un piatto buonissimo in soli 15 minuti, senza sporcare neanche una padella in più.

Quello che ci servirà è:

  • 400 g di purè di patate
  • 100 g di scamorza o formaggio grattugiato
  • olio extravergine
  • pangrattato q.b.

Non la solita pasta sfoglia ripiena ecco un timballo salvacena da leccarsi i baffi con gli avanzi del frigo pronto in soli 15 minuti

Come abbiamo visto in questa precedente preparazione, è possibile cucina un purè di patate anche senza lattosio. In questo modo, avremo sulle nostre tavole anche una pietanza completamente light. Questo però non ci impedisce di rinunciare al gusto e alla prelibatezza del piatto.

Ecco, con gli avanzi di queste patate già cotte possiamo creare un timballo semplicissimo da mettere in forno in un lampo. Quello che dobbiamo fare è perdere la pirofila nella quale conserviamo il purè in frigo, oppure utilizzarne una nuova dalla credenza. Al posto della carta forno possiamo mettere un po’ di olio extravergine per evitare che si attacchi.

Stendiamo le patate sopra. Spalmiamo bene con un cucchiaio, meglio se d’acciaio, di modo che i resti del purè ricoprano l’intera teglia in modo omogeneo. Così facendo sarà più semplice dare una doratura completa in forno in pochissimi minuti. Le spezie come pepe nero e noce moscata sono già presenti, per questo non sarà necessario aggiungere nessun sapore al piatto. Per creare una crosticina gustosissima potremo optare per due soluzioni. O aggiungere della scamorza tagliata finemente sopra alle patate stesse, oppure del formaggio grattugiato. Ma sarà necessario anche un piccolissimo strato di pangrattato.

Meglio unire i due ingredienti nello stesso momento, oppure prima mettere il pane e poi il formaggio. Riponiamo la teglia in forno per massimo 15 minuti a 160-180 gradi. Una volta che la crosticina sarà bella dorata, lasciamo riposare per qualche minuto e serviamo tiepido. Non la solita pasta sfoglia ripiena, ecco un gustosissimo tortino di patate per cui tutta la famiglia si leccherà i baffi.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te