Non è vero che la moka di casa non si deve pulire. Ecco come fare

Gli amanti del caffè all’italiana affermano che la moka non si deve pulire. Ma chi dice che sia veramente così? Per avere sempre un ottimo caffè bisogna avere una macchinetta in ottimo stato. Per questo la caffettiera, per durare nel tempo e dare un caffè di qualità, deve essere pulita e curata.

Resta pur vero che è assolutamente sbagliato utilizzare qualsiasi detersivo chimico. La caffettiera si impregnerebbe e il caffè non sarebbe più come prima. Quindi al bando saponi e lavastoviglie. Tuttavia non è vero che la moka di casa non si deve pulire. Ecco come fare per pulirla nel modo giusto. Su consiglio di qualche esperto troviamo di seguito le indicazioni per la pulizia giornaliera e quella straordinaria della moka di casa.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina Fit, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Prima e dopo ogni caffè

Il miglior modo per ripulire la caffettiera prima e dopo aver fatto il caffè è l’acqua. Posizionata sotto l’acqua corrente calda, la caffettiera perderà i residui di caffè vecchio. In questo modo si eviterà quello sgradevole sapore di bruciato.

Un vecchio spazzolino per ripulire filtro e guarnizione può essere un modo veloce per un lavoro ancora più preciso. Dopo il lavaggio, la caffettiera deve essere lasciata asciugare oppure privata dell’umidità in eccesso con carta assorbente. La presenza costante di umidità e acqua potrebbe generare cattivo odore.

Non è vero che la moka di casa non si deve pulire

Ogni tanto, anche una volta a settimana, è importante che la caffettiera sia pulita in modo più approfondito. Come già detto, in questo modo si evitano ossidazione, depositi di calcare, e un caffè dal sapore cattivo o alterato. Un altro consiglio è controllare sempre lo stato del cerchietto di gomma tra la guarnizione e il serbatoio. Se troppo usurata o rovinata è bene cambiarla.

Per cominciare la pulizia si deve prendere una scodella. Si riempie di acqua bollente con un cucchiaio di aceto bianco. Dopo di che si immerge la caffettiera smontata per 10-15 minuti. L’aceto è un ingrediente prezioso per combattere calcare e incrostazioni. Per questa ragione può essere messo nel serbatoio della moka insieme a dell’acqua. Una volta messa sul fuoco, il liquido attraversa tutte le parti interne della caffettiera e le pulisce.

Dopo aver fatto questa operazione, prima di riutilizzare la caffettiera è bene metterla una volta sul fuoco e farla andare con sola acqua nel serbatoio. Così si eliminerà il residuo dell’aceto.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te