Non è vero che correre fa male alla schiena e alle ossa e con questi 3 consigli perdiamo anche peso

Finalmente siamo liberi di correre all’aria aperta senza troppe restrizioni o attestazioni da mostrare. La bella stagione è ormai iniziata e la prova costume è già iniziata da un po’.

Rimettersi in forma è quindi un must e possiamo farlo con l’attività più nota di tutte, fare jogging.

Molto spesso le persone non troppo sportive pensano che sia troppo faticoso e che sia anche dannoso per la salute. In realtà andare a correre non vuol dire fare una maratona o correre un’ora senza fermarsi. Questo sarà possibile per i più allenati che amano questo genere di attività sportiva.

Soprattutto on è vero che correre fa male alla schiena e alle ossa e con questi 3 consigli perdiamo anche peso.

Perché la corsa a piedi è anche uno strumento di trasformazione ed evoluzione personale

La corsa a piedi o jogging è poco amata da molti perché ci fa uscire dalla nostra zona di comfort. Se vogliamo raggiungere risultati e ritrovare un’ottima forma fisica dopo il lockdown ecco i consigli da seguire.

Innanzitutto è un’attività che prevede anche uno sforzo mentale, poiché alleniamo la nostra mente a raggiungere un obiettivo. Questo diventerà diverso ogni volta, poiché cercheremo di allenarci magari dieci minuti in più, aggiungere qualche esercizio. Inoltre possiamo correre da soli o in compagnia, scegliere percorsi diversi ogni volta.

Questo prevede un cambiamento fisico e mentale che non tutti sono pronti a fare, ma in realtà è la chiave per una vita di successo.

Gli accorgimenti per un buon allenamento non faticoso e che ci rimette in forma

A meno che non si abbiano patologie particolari per cui veramente correre ci mette in pericolo è bene sfatare questo cliché. Non è vero che correre fa male alla schiena e alle ossa e con questi 3 consigli perdiamo anche peso:

a) partiamo con un buono stretching della schiena, collo e spalle, stirando bene anche i muscoli delle gambe;

b) iniziamo saltellando un po’ sul posto e iniziamo con una corsetta leggera lungo il perimetro che preferiamo;

d) facciamo delle pause ogni dieci minuti per un totale di 30 minuti di corsa per la prima settimana di allenamento.

L’importante è scegliere delle scarpe comode che siano ben strette e ammortizzanti. Scegliamo anche un buon terreno che sia asfaltato e non troppo sconnesso. Facciamo attenzione quindi se corriamo nella natura a non prendere strade troppo ripide o scoscese. Questo servirà per non affaticare le ginocchia e quindi la nostra schiena.

Se corriamo in spiaggia lungo il mare, utilizziamo sempre delle scarpe da ginnastica. Preferiamo il bagnasciuga dove la sabbia è più solida e con le scarpe eviteremo eventuali infortuni ai piedi e caviglie.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te