Non bisogna mai buttare la buccia dell’anguria perché si possono elaborare gustosissime ricette

Quasi nessuno sa che la buccia dell’anguria si può mangiare interamente. Infatti, non bisogna mai buttare la buccia dell’anguria perché si possono elaborare gustosissime ricette da leccare i baffi. Da considerare inoltre, che lo strato bianco sotto la parte verde è ricco di fibre, vitamina C e aminoacidi. Ma andiamo per gradi e scopriamo le gustosissime ricette da preparare con la buccia dell’anguria.

Non bisogna mai buttare la buccia dell’anguria perché si possono elaborare gustosissime ricette

La buccia dell’anguria, fatta eccezione per la pelle esterna verde, è interamente commestibile. L’uso più semplice per utilizzare la buccia dell’anguria è quello di unire la polpa bianca (che ricorda quella di un cetriolo) ad un mix di frutta. Ideale nei frullati o in insalata estiva.

Rimuovere la pelle verde esterna con un pelapatate e grattugiare la polpa bianca o tagliarla a bastoncini. Infine, aggiungerla all’insalata e condirla  a piacimento.

Marmellata con scorze di melone

Con la scorza di melone si ottiene una gustosissima marmellata. Per la preparazione occorre un succo di mezzo limone, 250 grammi di zucchero di canna. Eliminare dalla buccia il verde con il pelapatate e tagliarla a cubetti, facendo attenzione a tagliare anche uno strato di polpa rossa.

Poi, mescolare i pezzi di frutta con lo zucchero e lasciare macerare per mezza giornata. Poi, fare sobbollire il composto e quando avrà una giusta consistenza unire il succo di limone. Infine, versare il composto in barattoli di vetro puliti accuratamente. Chiudere il barattolo solo quando si sarà ben raffreddato.

Con l’anguria su può preparare anche un gustosissimo gelato senza gelatiera con 3 passaggi.

Sottaceti all’anguria, una vera delizia

I sottaceti all’anguria sono l’ideale per uno spuntino sfizioso, abbinato al formaggio e insalata. Ecco gli ingredienti che occorrono:

a) 500 grammi di buccia di anguria con un po’ di polpa rossa;

b) 200 ml di aceto di mele;

c) 200 ml di acqua;

d) 200 grammi di zucchero;

e) un cucchiaio di sale;

f) spezie varie (zenzero, pepe in grani, chiodi di garofano, scorza di limone).

Tagliare a pezzetti la polpa dell’anguria. Far bollire l’acqua, l’aceto di mele, il sale, lo zucchero e le spezie e i pezzetti di melone. Far bollire per 5 minuti. Poi versare il contenuto ancora caldo in un paio di bicchieri e conservare in frigorifero. Da consumare preferibilmente dopo un giorno.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te