Non avremmo mai pensato che un prodotto che abbiamo in bagno potesse servire anche come repellente antizanzare

Pochi ci pensano eppure nel mobiletto del bagno abbiamo un prodotto veramente incredibile che può essere impiegato per una varietà incredibile di soluzioni. Stiamo parlando del collutorio. E di seguito daremo qualche esempio di come possiamo usarlo.

Repellente antizanzare

Se siamo in vacanza o semplicemente siamo partiti per un week end senza il nostro spray antizanzare, possiamo “spalmarci”un po’ di collutorio su braccia e gambe. E se abbiamo uno spray da borsetta anche su sedie e sui tavoli da giardino.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Aloe Vera Slim, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Aloe Vera Slim

Come sempre, però, la Redazione di ProiezionidiBorsa spiegherà anche il motivo di questo effetto repellente per zanzare e insetti.

In realtà non tutti i collutori sarebbero così efficaci ma solamente quelli che contengono (la maggior parte comunque) il lemon eucalyptus ossia l’eucalipto citriodora. Questa particolare sostanza, infatti, è annoverata dal Centers for Disease Control and Prevention tra quelle idonee a proteggere dalle zanzare portatrici del virus del Nilo occidentale.

È proprio per questo motivo che il collutorio è un ottimo repellente per le fastidiose zanzare. Non avremmo mai pensato che un prodotto che abbiamo in bagno potesse servire anche come repellente antizanzare!

Ma vediamo qualche altro utilizzo del collutorio che non ci saremmo mai aspettati.

Oltre ad essere un potente disinfettante, sostituto dei detersivi per bagno e wc, come spiegato qui, è perfetto per i brufoli.

Lenitivo per l’infiammazione da brufoli

Quando abbiamo la pelle circostante a un brufolo fortemente infiammata e arrossata possiamo tamponare con un dischetto di ovatta bagnato con il collutorio. È un rimedio perfetto anche quando è appena fuoriuscito il classico liquido giallo da foruncolo.

In questo caso è la componente antisettica e antibatterica, la clorexidina, che è contenuta nel collutorio a svolgere l’azione lenitiva e antibatterica.

Si evita in questo modo il proliferare dell’acne batterica. Andando subito a purificare e circoscrivere l’area infiammata.

Togliere l’odore della pipì di gatto

Qualora stessimo abituando il nostro gattino a espletare i suoi bisogni nella lettiera, il collutorio sarà nostro prezioso alleato. Dobbiamo fare in modo che non senta l’odore della propria urina in altre zone della casa “precedentemente sperimentate” da toilette. A volte non basta lavare e strofinare perché questo odore è particolarmente intenso.

Prepariamo allora una soluzione di una tazza di acqua e quattro cucchiai di collutorio, preferibilmente incolore, così da non macchiare mobili o pavimento. L’odore del collutorio risulterà particolarmente sgradito al nostro amico quattro zampe che non tornerà più a fare i bisognini in quella zona.

Non utilizzare, naturalmente, su legno o superfici delicate.

Non dimentichiamo, quindi, di tenere sempre con noi una monodose di collutorio. Infatti, non avremmo mai pensato che un prodotto che abbiamo in bagno potesse servire anche come repellente antizanzare!

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te