Nessuno sa che basta qualche briciola di mollica di pane per smacchiare questo tessuto altrimenti non lavabile

Se è vero che ogni capo può essere lavato, una volta che si conosce il metodo giusto, è anche vero che con alcuni è semplice perdere la speranza. Molte sono le macchie che fanno tremare anche le candeggine più aggressive, come quella di vino rosso o di melograno per esempio. Allo stesso modo, ci sono dei tessuti che è una vera impresa smacchiare, perché catturano lo sporco in modo particolare. Uno di questi tessuti, anche se non lo diremmo, è quello impermeabile. Ma, come premesso, esiste anche per lui una soluzione ideale. Nessuno sa che basta qualche briciola di mollica di pane per smacchiare questo tessuto altrimenti non lavabile. Vediamo insieme come fare in poche semplici mosse.

L’impermeabile: un tessuto strepitoso per dei capi intramontabili

È incredibile saperlo, ma i primi tessuti impermeabili risalgono addirittura all’epoca Romana (se non precedenti). Nell’antichità l’impermeabilità dei tessuti era ottenuta dal trattamento con grassi animali o altri prodotti naturali, come la cera d’api.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina Fit, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Il tessuto impermeabili si è poi evoluto nel tempo, dando vita a partire dal 20esimo secolo a molti capi intramontabili. Su tutti il trench (reso celebre al grande pubblico anche grazie al Tenente Colombo), la cerata, il k-way, ma anche l’anorak e il poncho impermeabile. Tutti questi indumenti, sebbene fatti per resistere, sono anche spesso usati in situazioni d’emergenza. Per questo sono soggetti a degrado e, soprattutto, alle macchie di pioggia o di fango. Ma per smacchiare questi indumenti, il metodo è più semplice di quanto si pensi, sebbene molto particolare.

Nessuno sa che basta qualche briciola di mollica di pane per smacchiare questo tessuto altrimenti non lavabile

Per smacchiare il tessuto dei nostri soprabiti impermeabili, dobbiamo seguire questa semplice procedura che implicherà l’utilizzo di un po’ di pane raffermo. Per prima cosa, passiamo una spugnetta umida con un po’ di sapone di Marsiglia sulla macchia. Ora prendiamo un po’ di mollica di pane raffermo (non secco) e strofiniamola sulla macchia con decisione, ma facendo attenzione a non rovinare il tessuto. Le macchie dovrebbero sparire in un baleno. Se sono particolarmente resistenti, possiamo insistere con una soluzione di acqua e aceto in egual misura

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te