Nessuno immaginava che si potesse fare questo uso dell’avocado

L’avocado è senza dubbio uno dei frutti esotici più popolari del momento, in Italia e non solo. Che lo si mangi al naturale, sminuzzato in insalata o magari nella famosa salsa guacamole, o in cento altri modi. Ma nessuno immaginava che si potesse fare questo uso dell’avocado, ossia come ingrediente per una tintura naturale.

Piante e fiori sono utilizzati da sempre, tra le altre cose, per realizzare coloranti naturali. Il loro vantaggio è essere economici, facilmente realizzabili, molto diversi da quelli sintetici quanto a colori e sfumature. Per quanto riguarda l’avocado, è la sua composizione ricca di tannini a renderlo unico. Queste sostanze infatti permettono alla tintura di legarsi senza bisogno di altre sostanze fissanti al tessuto che sceglieremo.

Nessuno immaginava che si potesse fare questo uso dell’avocado

Le parti che si possono impiegare per ottenere una tintura naturale dall’avocado sono due: i semi e la  buccia. Il colore che otterremo in tutti e i due casi sarà un rosa con sfumature variabili a seconda delle caratteristiche del tessuto su cui andremo ad agire.

Occorre però ricordare che lo stato dell’avocado incide molto sul risultato finale. Il colore che otterremo infatti può variare in modo significativo a seconda che le parti che usiamo siano più secche o più fresche. È bene anche tenere in conto il fatto che stiamo pur sempre parlando di tinture naturali: il risultato potrebbe sempre essere diverso dalla precisa sfumatura che ci aspettiamo, per un’infinità di fattori.

È importante inoltre ricordare che il tessuto deve essere di fibra vegetale, che sia lana, lino, cotone o altro. La tintura naturale, infatti, non può essere bene assorbita e aderire decentemente a fibre sintetiche come nylon o poliestere.

Il procedimento

Ottenere la tintura è tutto sommato piuttosto semplice. Prima di tutto laviamo l’avocado e prendiamo i semi o le bucce. Poi dobbiamo lasciarli bollire in tanta acqua quanta ne sarà necessaria per immergere completamente il tessuto o il vestito.

Ben presto l’acqua diventerà rosso scuro. La tintura a questo punto deve essere lasciata a riposare fino al giorno seguente. Anche il tessuto che vogliamo usare deve essere lasciato a bagno per tutta la notte, in una soluzione di aceto e acqua bollente.

Il giorno seguente potremo immergere il tessuto nella tintura finchè non siamo soddisfatti del risultato. Per finire, un bel risciacquo a freddo, e il gioco è fatto.

Consigliati per te