Nessuno conosce il segreto incredibile per disinfettare a fondo una vecchia lavatrice senza muovere un dito

La lavatrice si invecchia esattamente come l’auto, la lavastoviglie o il frigorifero. E non ci fa disperare di meno. Perdite d’acqua, filtro che si ottura spesso, bucato che non ci soddisfa, cattivi odori. Anche se non ci abbiamo cucinato dentro niente (per scoprire come cucinare con la lavatrice, basta cliccare qui).

C’è bisogno di fare una manutenzione continua e bisogna preventivare di cambiarla prima che le perdite d’acqua diventino copiose. Non dimentichiamo, poi, di aggiungere ai capi bianchi e colorati qualche additivo naturale, che potenzi l’azione della macchina.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0, lo smartwatch di ultima generazione ad un prezzo incredibile.

SCOPRI DI PIU’

Smartwatch

La spesa per i lavaggi, insomma, si impenna. A meno di non ricorrere ai vecchi rimedi, sempre efficaci. Nessuno conosce il segreto incredibile per disinfettare a fondo una vecchia lavatrice senza muovere un dito. Lo sveliamo qui sulle pagine Casa e Giardino di ProiezionidiBorsa.

Arriva il cavaliere bianco

Per eliminare i cattivi odori dal cestello della lavatrice, basta fare un risciacquo con due cucchiai di bicarbonato sciolti in un litro d’acqua. Nel quale abbiamo grattugiato un po’ di sapone di Marsiglia.

Adesso programmiamo un ciclo con un igienizzante potente che ha anche il pregio di sbiancare perfettamente i nostri capi chiari. Due pastiglie di aspirina sciolte in acqua, versate nella vaschetta del bucato, ci garantiranno una lavatrice perfetta e in contemporanea capi smacchiati, igienizzati e brillanti.

Oltre al bicarbonato, dunque, anche il medicamento più diffuso nelle case degli italiani si rivela un potente alleato del nostro bucato.

Nessuno conosce il segreto incredibile per disinfettare a fondo una vecchia lavatrice senza muovere un dito

Ma attenzione: la pianta del salice dal quale si estrae il principio attivo dell’aspirina, qualche volta procura un risultato spiacevole. Accade se inseriamo nel cestello della lavatrice delle federe macchiate di sangue. In questo caso l’aspirina lascia le tracce ed esalta gli aloni, invece di attenuarli.

L’aspirina non va bene anche quando, dopo il ciclo disinfettante col bicarbonato, abbiamo bisogno di lavare dei capi scuri. La sua azione potente sbiadisce i colori.

Se vogliamo dare vigore ai colori di un maglione di cotone senza tingerlo, basta mettere nel cestello un sacchetto di tela con del pepe nero in grani, a freddo. Oppure, scegliendo un programma delicato, il mallo delle noci (l’involucro verde che le contiene) a pezzetti o delle foglie fresche di noce.

Consigliati per te