Nessun dramma per i nostri spaghetti se non c’è più basilico fresco grazie a questo trucchetto

È un vero peccato che il basilico fresco non duri tutto l’anno. Questa piantina aromatica così simpatica anche a vedersi è anche molto delicata di salute. Oltre a doverla proteggere infatti dall’attacco dei parassiti, purtroppo col freddo dovremo farne a meno. E pensare che per tutta l’estate qualche sua foglia andava a decorare e dare sapore alla nostra pasta e alla pizza. Due piatti che per noi italiani sono quasi religione. Nessun dramma per i nostri spaghetti se non c’è più basilico fresco grazie a questo trucchetto. Ce ne siamo personalmente accorti proprio l’altro giorno quando alla pizzeria da asporto, la proprietaria ci ha suggerito l’alternativa.

Il classico rimedio che abbiamo sotto gli occhi

Non avere più il basilico fresco, non significa però rinunciare al suo utilizzo e al suo sapore. Basterà infatti semplicemente utilizzare un pesto fresco fatto con le sue foglie. Se non ci siamo già organizzati durante l’estate, ricordiamocene per la prossima. Sarà infatti ancora piacevole mangiare un piatto di spaghetti con il pesto di basilico anche se le giornate non sono più estive e calde.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
La nuova friggitrice ad aria che amerai: zero odori, zero schizzi

SCOPRI IL PREZZO

Oil free

Nessun dramma per i nostri spaghetti se non c’è più basilico fresco grazie a questo trucchetto

Preparare il pesto di basilico è davvero molto semplice. E come ci insegna la cucina ligure, questo condimento è una vera e propria delizia per tutto l’anno. La ricetta originale prevede anche l’utilizzo di aglio e pinoli. Senza contare la presenza spesso del pecorino. Noi ci limitiamo a suggerire un pesto base, che possa andare bene per tutti, bambini compresi.

Sciacquiamo e laviamo per bene le foglie del basilico, trasferendole poi su uno strofinaccio per asciugarle completamente. Attenzione che l’acqua potrebbe nascondersi dietro la fogliolina.

Se volessimo inserire aglio e pinoli, sarebbe questo il momento, schiacciandoli e triturandoli. Questo tenendo conto delle proprie preferenze ma anche delle possibili alternative dettate dalle proprie esigenze personali. A questo punto dovremmo mettere tutto insieme e mescolare.

Se invece vogliamo procedere solo con il basilico, regoliamo di sale e pestiamo le foglie fino a ridurle in poltiglia, con l’aiuto dell’olio. Ricordiamoci che se non lo congeliamo, il pesto fresco può durare 3/4 giorni.

La curiosità che riguarda il pesto casalingo

Preparando il pesto di basilico casalingo, quasi sempre noteremo che il nostro condimento diventa scuro. Non c’è da preoccuparsi perché è un’azione assolutamente naturale dovuta a un enzima presente nelle foglie del basilico. Semplicemente a contatto con l’aria e con le diverse temperature, le sostanze della nostra piantina andranno a ossidarsi, scurendone il colore. Non temiamo, perché non c’è alcun problema di salute.

Approfondimento

Avevano ragione le nostre nonne a utilizzare quotidianamente la spezia chiamata l’albero eterno della medicina

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te