Nell’orto di dicembre ottimo coltivare broccoli e cavolfiori ma anche questo depurativo ortaggio invernale ricco di vitamine

La stagione invernale, all’apparenza, potrebbe sembrare la più dura per il nostro orto. Infatti anche se i lavori di manutenzione non mancheranno sarà anche necessario curare al meglio gli ortaggi che stanno crescendo.

Tra questi ortaggi un posto di rilievo lo hanno broccoli e cavolfiori ma non solo. Infatti nell’orto di dicembre ottimo coltivare broccoli e cavolfiori ma anche questo depurativo ortaggio invernale ricco di vitamine.

Si sta scrivendo dei finocchi invernali, piante trasferite in piena terra nei mesi scorsi in zone dagli inverni rigidi. Dove, al contrario, gli inverni sono meno difficili sarà possibile procedere al trapianto fino a novembre.

I finocchi sono ortaggi ricchi di acqua, fibre, sali minerali, tra cui calcio, fosforo e ferro. Inoltre contengono anche vitamine come A e C.

Le nostre nonne sfruttavano i finocchi contro il meteorismo, infatti, grazie alle proprietà diuretiche sembra che siano utili per combattere le flatulenze.

A prescindere da questo è evidente come sia importante cercare di inserire nella dieta questo ortaggio.

Ma per coltivarlo al meglio è necessario sapere che teme sia il caldo torrido durante l’estate che il freddo intenso invernale.

Nell’orto di dicembre ottimo coltivare broccoli e cavolfiori ma anche questo depurativo ortaggio invernale ricco di vitamine

Il finocchio, appena trapiantato, avrà bisogno di molta acqua e per questo motivo sarà necessario procedere a frequenti irrigazioni.

Infatti, senza il corretto apporto di acqua la pianta non riuscirà a sviluppare al meglio il suo apparato radicale. Questo, dal momento che, rispetto ad altri ortaggi, patisce molto il momento del trapianto.

Le annaffiature dovranno ridursi drasticamente man mano che arriva il freddo e il gelo.

Quando si trapianta, poi, sarà bene mantenere una distanza di almeno trenta centimetri tra una pianta per permettere uno sviluppo migliore. Si consiglia anche di coltivare i ravanelli in questo periodo, un ortaggio davvero versatile.

Proteggere dal freddo

Per proteggere i finocchi dal freddo, poi, sarà bene effettuare delle pacciamature e, soprattutto la rincalzatura.

Questa ultima tecnica consiste nel ricoprire di terra la parte bianca del finocchio, proprio quella parte che si andrà a consumare.

Gli esperti ritengono che sia necessario procedere ogni dieci giorni circa e questo favorirà la crescita del nostro ortaggio.

Sarà sufficiente munirsi di una zappa necessaria per smuovere il terreno. Questo se si hanno poche piante mentre nel caso in cui se ne dovessero avere di più sarà preferibile utilizzare una motozappa.

Inoltre, contro i primi freddi si potrà procedere con la pacciamatura utilizzando delle foglie o anche altri materiali come la paglia.

Si potranno anche coprire i finocchi con uno strato di tessuto non tessuto anche se è sconsigliato. Infatti questo andrà a rendere molto difficile la rincalzatura.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te