Nausea frequente e sudorazione eccessiva potrebbero essere il campanello d’allarme preoccupante per l’assunzione eccessiva di questa vitamina poco conosciuta

Come ricordano sempre i medici, attenzione a non esagerare con l’assunzione degli integratori vitaminici. È vero che il passaggio dall’inverno alla primavera ci rende spesso più deboli, ma non dimentichiamoci di consultare il medico prima di fare delle cure. Vitamine e minerali sono da reintegrare, se ne siamo carenti, ma sempre dietro la guida di un esperto. Questo, perché ancora molti italiani si affidano semplicemente alla pubblicità, nella speranza di trovare il prodotto giusto. Ma, pur in buona fede, rischiano invece di eccedere con l’assunzione di sostanze importanti come le vitamine. Come nel caso di quella che vedremo oggi, il cui eccesso nel nostro organismo, potrebbe portare a dei sintomi molto comuni, che potremmo scambiare con degli altri disturbi.

La K e a cosa serve

La vitamina K è decisamente meno conosciuta delle “colleghe” più famose e note. Ma, come tutte, è ugualmente importante nelle attività quotidiane del nostro organismo. In modo particolare, la sua funzione principale è quella di favorire una corretta coagulazione del sangue, distribuendo le proteine assunte nei muscoli e nelle ossa.

Quindi, pur non essendo famosa come la B o la C, si tratta comunque di una sostanza assolutamente basilare nelle nostre quotidiane attività.

Nausea frequente e sudorazione eccessiva potrebbero essere il campanello d’allarme preoccupante per l’assunzione eccessiva di questa vitamina poco conosciuta

Raramente viene a mancare il contributo naturale di vitamina K nel nostro organismo. Questo grazie anche all’assunzione degli alimenti che ne sono ricchi e che portiamo a tavola tutti i giorni. Ma un’eventuale sua carenza, potrebbe portarci come visto sopra, a problemi alle ossa, con l’aumento della fragilità, e ai muscoli. Soprattutto negli sportivi, non avere la giusta dose di vitamina K, potrebbe esporre maggiormente al rischio di infortuni: dalle contratture, agli stiramenti, fino alle lesioni muscolari. Ben diversa invece la situazione di un sovradosaggio di questa vitamina. Allora, i maggiori sintomi potrebbero essere:

  • aumento eccessivo della sudorazione, non giustificato dalle temperature esterne;
  • battito cardiaco e senso di oppressione al petto;
  • nausea con vomito;
  • vampate improvvise di calore;
  • rischio di trombosi.

In quali alimenti si trova la vitamina K

Nausea frequente e sudorazione eccessiva sono quindi solo alcuni dei sintomi del sovradosaggio di questa vitamina. Normalmente la troviamo in alimenti molto comuni come: pomodori e cavoli; spinaci e rape. Ma anche nella frutta, come: uva e frutti di bosco. Vera e propria miniera di vitamina K sono anche le prugne secche e il fegato degli animali.

Approfondimento

Pochi conoscono questo pesce così economico ma dal sapore intenso e dalla carne così morbida che rimane perfetta e squisita anche congelata

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te