Multa da pagare fino a 660 euro, sospensione della patente e 5 punti in meno per l’automobilista che commette quest’infrazione di cui molti sono ignari violando il Codice della Strada

Agli automobilisti è richiesto di rispettare il Codice della Strada per garantire la sicurezza degli altri e naturalmente anche la propria. Per scoraggiare i trasgressori ci sono le sanzioni che fanno da deterrente. Molte regole sono chiare, ci possono però essere sfumature che lasciano spazio ad interpretazioni e, a volte, possono essere quelle sbagliate.

Il Codice della Strada parla chiaro

L’articolo 173 comma 2 del Codice della Strada è quello che vieta espressamente l’utilizzo di apparecchi radiotelefonici alla guida. Una norma che è estesa anche ad apparecchi che si sono diffusi nella modernità come computer portatili, tablet, notebook.

Non ci sono dubbi rispetto al fatto che quando si è alla guida si debbano tenere lontano dalla propria portata ed è consentito l’utilizzo solo attraverso il vivavoce o auricolari, che non impediscano di mantenere il controllo su suoni e rumori della strada. Supporti che, inoltre, non generino la necessità di allontanare le mani dal volante.

C’è una cosa che fanno in molti

C’è, però, un’abitudine che chiunque guidi quotidianamente difficilmente non ha notato. Quando infatti si è al semaforo fermi ad attendere, sono davvero in tanti i conducenti in auto a prendere lo smartphone e a utilizzarlo come se il veicolo fosse in sosta. Bene, le regole non consentono di farlo. Utilizzare un apparecchio radiotelefonico allontanando le mani dal volante mentre si attende che scattati il verde è un’infrazione del Codice della Strada.

La sentenza della Cassazione del 2020

C’è una sentenza della Cassazione del 2020 che, in tal senso, parla chiaro. Per quanto in una fase di arresto della marcia, il veicolo si ritiene essere posizionato in una zona in cui impegna un incrocio. In base a quanto riportato dal Codice della Strada si applica una sanzione che va da 165 a 660 euro e vengono decurtati 5 punti dalla patente. È prevista, inoltre, la sospensione della patente di guida qualora nell’arco di un biennio risulti recidivo per questo tipo di infrazione.

Multa da pagare fino a 660 euro, sospensione della patente e 5 punti in meno per l’automobilista che commette quest’infrazione di cui molti sono ignari violando il Codice della Strada

Sanzioni apparentemente dure, ma che servono a evitare che dilaghi quella che purtroppo è diventata una brutta abitudine.

Utilizzare lo smartphone alla guida è una pratica che mette a rischio la sicurezza stradale. E per evitare una multa da pagare fino a 660 euro può essere opportuno tenerlo lontano dalla disponibilità quando ci si trova in attesa che scatti il verde. In fondo allungare i tempi in cui si riesce a stare lontani dallo smartphone può essere anche un metodo per allenare la capacità di farne a meno e non esserne dipendenti.

Lettura consigliata

Multa fino a 694 euro per l’automobilista fermato al posto di blocco che ha dimenticato di controllare questo sul libretto o su questo portale

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te