Mousse di mortadella soffice è l’antipasto dell’anno per stupire i palati più esigenti

Con un antipasto così non si può non fare una stupenda figura. La ricetta della mousse di mortadella non è ancora molto conosciuta. Il suo sapore unico e la delicatezza cremosa ne fanno un antipasto delicato e saporito, adatto a tutti i palati. A impreziosire poi la mousse ci sono i pistacchi che danno sapidità.

Da accompagnamento per crostini, cracker, grissini o delle piccole focaccine; ancora come ripieno per torte salate e bignè. La mousse di mortadella è una scoperta che lascerà un gusto afrodisiaco in bocca. Ecco perché la mousse di mortadella soffice è l’antipasto dell’anno per stupire i palati più esigenti.

Mortadella IGP

La storia di uno dei salumi italiani più amati al mondo risale a molti secoli addietro. Le sue origini appartengono ai luoghi dove sorgevano grandi querceti, delle cui ghiande i maiali si nutrivano.

E proprio l’abbondanza di maiali nel territorio dei dintorni di Bologna ha fatto nascere la mortadella. Questa lavorazione del suino risalirebbe addirittura all’epoca romana: lo dimostra una stele che raffigura sette piccoli maiali che pascolano, accanto un mortaio.

Quest’ultimo veniva anticamente usato per pestare le carni suine con spezie e sale. Ecco che il nome “mortadella” nascerebbe dal latino “mortarium” o “murtatum” ossia “tritato”. Un’altra ipotesi farebbe derivare il nome da “myrtatum” cioè mirto, utilizzato come aroma. Il salume divenne popolare solo nell’Ottocento: la mortadella era infatti considerata uno scarto della carne di maiale.

Mousse di mortadella soffice è l’antipasto dell’anno per stupire i palati più esigenti

Ingredienti:

  • 200g di mortadella col pistacchio;
  • 150g di ricotta;
  • ½ cucchiaino di succo di limone;
  • scorza di limone grattugiata;
  • pepe e sale;
  • un cucchiaino di cognac (opzionale);
  • pistacchi e grani di pepe per decorare.

Procedimento

Per la mousse è necessario eliminare la buccia della mortadella. Poi, bisogna tagliarla in quadrotti regolari e riporla nel boccale del frullatore. Si aggiungono gli altri ingredienti e si frulla.

Frullare per ottenere un composto che sia cremoso ma non liquido. Il consiglio è di non aggiungere immediatamente tutto il cognac, ma valutare la consistenza della mousse prima.

La mousse è pronta per essere conservata per mezz’ora in frigo. Poi, dovrà essere messa in una ciotola da portata e decorata con un trito di pistacchi e qualche grano di pepe intero. Se invece si vuole utilizzare la mousse di mortadella come farcitura non sarà necessario aggiungere le decorazioni, utilizzandola direttamente come impasto.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te