Mostra del cinema di Venezia 2020: “Le sorelle Macaluso” di Emma Dante

Mostra del cinema di Venezia 2020: “Le sorelle Macaluso” di Emma Dante.

La Mostra del Cinema di Venezia è uno degli eventi dell’anno più attesi dal pubblico e dagli operatori del cinema, Stars, registi, sceneggiatori.

Quest’anno, giunti al Settantasettesimo compleanno, la mostra internazionale d’arte cinematografica si svolge dal 2 al 12 Settembre.

Negli anni, la Mostra si è fatta portavoce della diffusione del cinema nazionale e internazionale e del dialogo con tutte le arti a esso affini.

“Le sorelle Macaluso” seconda opera della regista Emma Dante

Uno dei film in concorso più attesi dell’edizione della Mostra del Cinema di Venezia 2020 è la seconda pellicola diretta dalla regista siciliana, conosciuta per le sue pièces teatrali spesso crude.  Il film è un adattamento cinematografico di una sua opera teatrale che ha conquistando il famoso Premio Ubu per miglior spettacolo e regia.

Emma Dante decide di portare la storia delle Sorelle sullo schermo, avvalendosi di attrici protagoniste di grande talento,ben 12 donne, tra cui Donatella Finocchiaro, Susanna Piraino, Anita Pomario, Viola Pusateri, Alissa Maria Orlando, Eleonora De Luca.

La trama

La storia narra di cinque sorelle (Maria, Lia, Pinuccia, Katia e Antonella) e a partire dalla loro infanzia si snoda tra le età della vita, fino ad arrivare alla vecchiaia.

Il tempo è protagonista insieme alla memoria, in una storia il cui destino pare segnato, immodificabile; e ancora il tema della famiglia, del legame di sangue e la presenza del “coro” come nelle tragedie greche.

A fare da scena la periferia di Palermo, una palazzina anonima, e il degrado che la segna, i rimpianti, i lutti, la morte di coloro che però restano sulla scena, presenti sebbene vittime di perdite incolmabili. Emma Dante sceglie ancora una volta la vita di donne, riallacciandosi alla propria dove matriarche reggevano le sorti della famiglia, seppur in ombra, in silenzio. Ci si chiederà dove siano gli uomini in questo film a questo punto.

La mascolinità, i tratti d’uomo compaiono in fine nelle stesse sorelle, che un padre non lo hanno mai avuto, forse per necessità. La Dante non si dimentica di far vivere anche gli oggetti, quelli che sopravvivono alla morte dell’uomo, e che sono gli strumenti per affrontare la perdita, il passare del tempo.

E poi le canzoni della nostra musica (“Meravigliosa creatura” della Nannini e “Inverno” di Battiato) e letture di brani di romanzi (Fallaci, Dostoevskij).

In fine, anche un bacio tra donne.

Se Mostra del cinema di Venezia 2020: “Le sorelle Macaluso” di Emma Dante vi è stato utile. leggete anche Autunno in città, quattro mostre insolite da vedere a Torino.

Consigliati per te