Montanarine o pizzelle fritte, la vera ricetta napoletana

Le montanarine o pizzelle fritte, i due nomi sono tra loro alternativi, nascono a Napoli nel 1600 circa. La montanarina deve il suo bizzarro nome ad una città di mare e nasce dall’usanza che avevano i contadini di montagna di consumarla durante la pausa pranzo.

Oggi, spieghiamo come preparare le Montanarine o pizzelle fritte, la vera ricetta napoletana.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
La nuova friggitrice ad aria che amerai: zero odori, zero schizzi

SCOPRI IL PREZZO

Oil free

Montanarine o pizzelle fritte: gli ingredienti

Di seguito si riportano gli ingredienti per eseguire la ricetta, per 8 persone:

a) 1 kg di farina;

b) 650 ml di acqua;

c) 75 gr di sugna;

d) 1 uovo;

e) 4 gr di lievito;

f) 25 gr di sale;

g) 500 gr di pelati;

h) 500 gr di passata;

i) basilico;

l) parmigiano.

Montanarine o pizzelle fritte : il procedimento

Il primo passo per eseguire la ricetta, è far incamerare aria alla farina, muovendola con le mani.

Di seguito, aggiungere lentamente l’acqua nella quale si è provveduto preventivamente a sciogliere il lievito di birra. Quindi iniziare ad impastare fino ad ottenere un composto grezzo, al quale dovrà essere aggiunto l’uovo ed il sale.

Continuare ad impastare, aggiungendo a piccole dosi la sugna.

L’impasto va sospeso e ripreso per tre volte, con pause di 15 minuti ognuna, al termine delle quali verranno formate una trentina di palline che dovranno lievitare per circa due ore.

Durante la prima pausa, iniziare a preparare il sugo di pomodoro, preferibilmente utilizzando il pomodoro San Marzano DOP.

La salsa

Per preparare questa salsa, far soffriggere l’aglio in olio Evo, aggiungere un pizzico di sale ed un mix di 500 grammi di pelati e 500 grammi di passata di San Marzano DOP.

Non appena le palline avranno finito la loro lievitazione, stenderle in modo da ottenere dei dischetti di circa 10 cm di diametro e 5 mm di spessore.

Friggere i dischetti in abbondante olio di semi di arachidi, fino a quando non saranno dorati, e successivamente fa scolare su carta da cucina.

Aggiungere sulla pizzella calda, il sugo di pomodoro ed una spolverata parmigiano.

Dopo aver proposto, parlando di Montanarine o pizzelle fritte, la vera ricetta napoletana, cosi come non le avete mai assaggiate, in qualità di Esperti di Cucina del Team di ProiezionidiBorsa si ricorda di non dimenticare di aggiungere una foglia di basilico fresco.

Approfondimento

Come cucinare la vera pasta e patate alla napoletana

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te