Molti la utilizzano per illuminare il giardino ma pochi sanno che questa pianta potrebbe combattere ritenzione idrica, gonfiori e dolori articolari

Siamo sempre alla ricerca della pianta perfetta per adornare al meglio il nostro giardino, le bordure, i vialetti e riempire di colore anche le fioriere. Nella maggior parte dei casi scegliamo quelle facili da coltivare, che non abbiano bisogno di particolari cure, ma che siano dal punto di vista estetico spettacolari.

Soprattutto nella stagione estiva vivremo sempre di più le aree esterne di casa e avere un giardino sistemato diventa quasi una necessità. La Natura è sempre una fonte inaspettata di sorprese e, oltre a optare per classiche piante, avremo una grande scelta di erbe officinali aromi, utili anche in cucina e ricche di nutrienti. Ad esempio, esiste una pianta perenne bellissima che in estate produrrà dei bellissimi fiori gialli a stella profumati.

La Verga d’oro

Si chiama Solidago virgaura (o Verga d’oro) ed è una pianta erbacea selvatica che ci stupirà per le sue proprietà. Originariamente cresce in luoghi di montagna, ma esistono diverse varietà che si adattano ai vari climi. In primo luogo è adatta ad abbellire le aree verdi, utile a riempire i vasi, le aiuole e le bordure dei vialetti di casa.

Il suo punto di forza è che è estremamente resistente a tutte le temperature, l’importante è fornirle un terreno ben drenato. Non teme di essere esposta in pieno sole e sopporta anche periodi di siccità, anche se non la innaffiamo con costanza. Raggiunge circa un metro d’altezza e in alcuni casi anche di più.

D’estate vedremo sbocciare dei luminosi fiori gialli e dorati che crescono a ciuffi su un lungo stelo. Ogni 3 anni circa questi vanno divisi, quindi potremo ricavare delle talee per moltiplicare questa pianta stupenda. Attirano le farfalle e altri insetti “utili” a scacciare quelli che rovinano il resto delle nostre piante. Molti la utilizzano per illuminare il giardino, ma non tutti conoscono le sue qualità e caratteristiche.

Molti la utilizzano per illuminare il giardino ma pochi sanno che questa pianta potrebbe combattere ritenzione idrica, gonfiori e dolori articolari

Dai suoi fiori è possibile ricavare un delicato miele, che tende ad avere un sapore che ricorda il limone, si abbina perfettamente con i formaggi freschi. Alcune parti di questa pianta sarebbero impiegate per contrastare i gonfiori, dolori articolari, artrite e favorire l’eliminazione di acqua.

Grazie alle sue proprietà diuretiche e antinfiammatorie potrebbe essere un alleato per contrastare diversi problemi, come la ritenzione idrica e infiammazione urinarie. Potremo preparare una tisana da bere a temperatura ambiente, rispettando le quantità consigliate e acquistando le parti essiccate nei negozi specializzati.

Prima di assumerla, però, dovremo consultare il nostro medico, perché in alcuni casi potrebbe avere delle controindicazioni che non vanno assolutamente ignorate.

Lettura consigliata

Il frutto inaspettato fonte di omega 3 e vitamina C più degli agrumi che contrasterebbe artrite, pressione e colesterolo alto

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te