Molti commettono ancora questi 3 gravi errori quando fanno la marmellata fatta in casa non sapendo che si conserva male e può causare danni alla salute

La preparazione della marmellata o della confettura fatta in casa è sempre più diffusa nelle case degli italiani. Ci permette di fare colazioni e merende genuine, sapendo l’origine precisa della frutta ed escludendo la presenza di additivi chimici. Tali additivi tanto osteggiati dal consumatore medio, però, a volte servono a conservare il prodotto più a lungo. Questo significa che, in loro assenza, dobbiamo stare attenti a rispettare alcuni passaggi che garantiscono comunque la conservazione corretta del prodotto. Eppure molti commettono ancora questi 3 gravi errori quando fanno la marmellata fatta in casa non sapendo che si conserva male e può causare danni alla salute. Si tratta di piccole negligenze, dovute anche a retaggi culturali e falsi miti, che però facilitano la creazione di microorganismi nocivi, non visibili a occhio nudo.

Molti commettono ancora questi 3 gravi errori quando fanno la marmellata fatta in casa non sapendo che si conserva male e può causare danni alla salute

Il primo errore in ordine cronologico riguarda la sanificazione dei barattoli in cui vogliamo conservare la marmellata, che deve essere scrupolosa. Per assicurarci di pulire a fondo i barattoli di vetro, immergiamoli in una pentola piena d’acqua. Portiamo l’acqua a ebollizione e lasciamola bollire per circa 15 minuti.

Ora concentriamoci sulla marmellata. Quando è pronta, è importante invasarla immediatamente, senza aspettare. Questo perché è proprio grazie al calore che si andrà a creare il giusto sottovuoto. È molto importante, a questo proposito, controllare che il sottovuoto si sia formato. Il centro del tappo deve essere concavo e deve rimanere fermo se proviamo a premerlo con il dito.

Veniamo al terzo e ultimo grave errore. Una volta verificato il sottovuoto è importante fare una pastorizzazione domestica delle marmellate. Per farlo, immergiamo i vasetti in una pentola d’acqua, in modo che siano del tutto sommersi. A questo punto portiamo l’acqua a ebollizione e aspettiamo 20 o 40 minuti a seconda che siano barattoli da 250 o 500 millilitri.

Approfondimento

Come evitare che frutta e verdura marciscano in fretta mettendo in frigo questo oggetto che tutti abbiamo in cucina

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te