Molti che non necessitano di Green Pass non sanno che devono fare esattamente questo

È da qualche tempo ormai che tutti parliamo di Green Pass. Sappiamo che è necessario per accedere ad attività, locali e perfino posti di lavoro. Infatti, il Green Pass è obbligatorio da settembre, ecco dove dovremo mostrarlo sempre per muoverci senza problemi.

Ma esiste anche una parte di popolazione che non è interessata da questa introduzione, e di cui si parla poco. Infatti molti che non necessitano di Green Pass non sanno che devono fare esattamente questo.

Le categorie che non devono vaccinarsi

Tra gli esclusi dalla vaccinazione vi sono i bambini al di sotto dei dodici anni, per i quali non serve il Green Pass. Neanche i ragazzi più grandi dovranno presentarlo a scuola, a differenza di ciò che avviene per il personale scolastico. Ma per accedere ad altri luoghi dai dodici anni in su è necessario poiché è possibile per loro vaccinarsi.

Esentati dal vaccino sono coloro che pur avendo l’età per farlo non possono sottoporvisi. Ciò perché determinate situazioni di salute otterrebbero più danni che vantaggi ricevendo il vaccino.

Come precisato dal Ministero della salute, ciò non si riferisce a precauzioni e controindicazioni dello specifico vaccino, poiché in quel caso sarebbe sufficiente sottoporsi ad altro tipo.

Molti che non necessitano di Green Pass non sanno che devono fare esattamente questo

Diverso, dunque, il caso di coloro che assolutamente non possono ricevere il vaccino, temporaneamente o mai. Questa condizione ovviamente deve essere certa. Alla base devono esserci visite che la dimostrino e quindi documentazione medica.

Questi soggetti dovranno rispettare le regole anti Covid valide per tutti ma fare a meno del Green Pass. Essi dovranno munirsi invece di una specifica certificazione che attesti la loro condizione. A rilasciarla saranno:

  • medici dei Servizi vaccinali regionali;
  • medici di Medicina Generale o pediatri di libera scelta che hanno in cura il soggetto e impiegati nella campagna vaccinale.

Bisogna dunque rivolgersi o al proprio medico o al proprio centro vaccinale. La certificazione potrà essere valida fino al 30 settembre massimo. Al momento è in formato cartaceo, i medici dovranno poi archiviarla nei sistemi digitali. È bene sapere che la certificazione di esenzione dalla vaccinazione è completamente gratuita.

La certificazione sarà da esibire al posto del Green Pass. Sulla stessa saranno presenti i dati identificativi del proprietario, quelli del Servizio vaccinale regionale di riferimento, codice e firma del medico, durata del documento. Sopra il documento non viene trascritto il motivo dell’esenzione in quanto dato sensibile.

Tutti gli interessati devono dunque munirsi della certificazione così da non incorrere in alcun tipo di problema nella vita di tutti i giorni.

Consigliati per te