Molte persone snobbano questi pesci, ma non sanno che costano pochissimo e sono ottimi da friggere, davvero uno tira l’altro

Il mare sa davvero regalarci delle fantastiche prelibatezze. Non tutti però hanno il privilegio di portare del pesce a tavola con regolarità. Alcuni tipi di pesce, infatti, sono molto costosi, ma quando andiamo dal pescivendolo o al supermercato, ce ne sono anche alcuni abbastanza economici.

E spendere poco non vuol dire mangiare male, anzi! Ci sono pesci freschi a buon mercato che sono davvero buonissimi, duttili in cucina e fanno bene alla salute. Ad esempio, molte persone snobbano questi pesci, ma non sanno che costano pochissimo e sono ottimi da friggere, davvero uno tira l’altro.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina Fit, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Smartwach XW6

Un pesce povero ed allo stesso tempo ricco

In questo breve articolo, parleremo di un pesce di piccola taglia, ma dal gusto straordinario, ossia i latterini, o acquadelle, o argentini.

Questi piccoli pesci hanno un corpo allungato e slanciato, con il muso lungo e gli occhi molto grandi in proporzione al resto del corpo.
Sono diffusi nel mar Adriatico e sono davvero molto nutrienti, per via del loro notevole apporto di calcio, fosforo e vitamina A.
Come già accennato precedentemente, molte persone snobbano questi pesci, ma non sanno che costano pochissimo e sono ottimi da friggere, davvero uno tira l’altro.

Come si mangiano i latterini?

I latterini, in genere, vengono consumati sia come primo piatto, sia come antipastini; oppure al volo come se fossero patatine fritte. Infatti, vengono preparati spesso da chi offre soluzioni culinarie come lo street food.

Se si vogliono preparare a casa, ad esempio, il procedimento più rapido e gustoso è quello di friggerli.
Innanzitutto, bisogna pulirli e scegliere se tagliare o meno la testa. Qui dipende molto dai gusti personali. Poi si procede lavandoli sotto l’acqua corrente e togliendo con un coltellino le piccole squamette.

Fatto ciò, inseriamo in una busta per alimenti della farina e versiamoci dentro i latterini appena puliti.
Scuotendo la busta, la farina si attaccherà facilmente ed uniformemente al pesce. Fatto ciò, riversiamo i latterini in uno scolapasta e togliamo la farina in eccesso.

Ora siamo pronti per friggerli in abbondante olio di semi, fino a doratura. Possiamo servirli condendo con del sale e con del limone, ma attenzione: possono creare dipendenza.

Approfondimento

È importantissimo conoscere questo trucco per ottenere una frittura croccante e leggera.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te