Miracolo a Piazza Affari: un titolo per tutti sottovalutato che non esplode

Si parla di miracolo a Piazza Affari quando un titolo sale sfidando le leggi della gravità senza che ci siano reali motivi. In questi casi si parla di speculazione.

Oggi, però, vogliamo parlarvi di un miracolo a Piazza Affari al contrario. Cioè di un titolo che ha tutte le carte in regola per esplodere al rialzo, ma che continua a navigare a vista. Stiamo parlando di EXOR, la cassaforte di casa Agnelli,  che ha dalla sua i fondamentali, il giudizio degli analisti e anche le news di mercato, ma che continua a quotare a sconto.

Per leggere gli articoli precedenti sul titolo e altri approfondimenti clicca qui.

La valutazione di EXOR secondo i fondamentali

Utilizzando il metodo del discounted cash flow il fair value di EXOR è di 102€ che, se confrontato con le attuali quotazioni di circa 65€, esprime una sottovalutazione superiore al 35%.

La valutazione basata sui multipli di mercato esprime una sottovalutazione del titolo per quel che riguarda il passato (PE), mentre risulta essere sopravvalutato se si considerata la crescita futura degli utili (PEG). La metrica basata sul PB, invece, esprime una sottovalutazione del titolo.

Il giudizio degli analisi

Gli analisti che coprono Exor vedono un titolo sottovalutato e hanno un consenso medio Outperform. Nel caso del prezzo obiettivo medio titolo risulta essere sottovalutato dell’8,68%. Nello scenario più pessimistico il titolo risulta essere sopravvalutato dell’1,17%, in quello più ottimistico, invece, la sopravvalutazione è del 23,5%.

Consenso medio  OUTPERFORM
Numero di analisti 6
Prezzo obiettivo medio 70,38€
Ultimo prezzo di chiusura 64,76€
Spread / Prezzo obiettivo massimo 23,5%
Spread / Prezzo obiettivo medio 8,68%
Spread / Prezzo obiettivo minimo -1,17%

Le news di mercato che potevano/potrebbero far decollare EXOR

Recentemente ci sono state molte news/rumors di mercato che avrebbero potuto far esplodere il titolo al rialzo. Anche in questo caso, però, nulla è successo. Ci riferiamo all’annunciato spin-off del business on-highway di Cnh Industrial, che aumenta la flessibilità strategica (può sfociare in un’aggregazione, meno probabile una cessione), e dei rumours su una riapertura delle negoziazioni per una fusione tra Fca e Renault.

Analisi grafica e previsionale

EXOR (EXO) ha chiuso la seduta di contrattazioni del 9 settembre a quota 64,76€ in rialzo dello 0,37% rispetto alla seduta precedente.

Sul titolo, time frame giornaliero, è in corso una proiezione rialzista che ha rotto al rialzo il II° obiettivo di prezzo in area 64,154€ e adesso si dirige verso la sua massima estensione in area 67,781€. Su questi livelli la spinta rialzista dovrebbe placarsi e lasciare campo liberi al ribasso. Da notare che nel breve periodo un’accelerazione ribassista si potrebbe avere con chiusure giornaliere inferiori a 64,154€.

EXOR: proiezione rialzista in corso sul time frame giornaliero. La linea blu rappresenta i livelli di Running Bisector; la linea rossa i livelli de La Nuova Legge della Vibrazione.

EXOR: proiezione rialzista in corso sul time frame giornaliero. La linea blu rappresenta i livelli di Running Bisector; la linea rossa i livelli de La Nuova Legge della Vibrazione.

Miracolo a Piazza Affari: un titolo per tutti sottovalutato che non esplode ultima modifica: 2019-09-10T07:02:49+02:00 da Redazione
Investing Roma
Investing Roma

Trova il tuo broker

Tickmill
Fisher Investments
Ava Trade

Consigliati per te

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.