Milioni di vaccinati sono su tutte le furie e sono pronti ad alzare la voce

Intorno al vaccino AstraZeneca si è alzato l’ennesimo polverone. Milioni di vaccinati sono su tutte le furie e sono pronti ad alzare la voce. Infatti è stato deciso un blocco alla seconda inoculazione con vaccino Astrazeneca per gli under 60. Queste persone che hanno ricevuto la prima dose, ora dopo 12 settimane dovranno ricevere un vaccino Pfizer oppure Moderna. Ebbene questa notizia con relativo cambio di programma in piena campagna vaccinale ha messo in moto il Codacons.

Il Codacons affila le armi

L’associazione a difesa dei consumatori ha presentato l’incartamento per avanzare una class action. La platea di under 60, vaccinati Astrazeneca, interessati ad ottenere un risarcimento possono aderire all’iniziativa presentando una diffida collettiva. Logicamente non c’è nulla di certo perché l’iter per la class action è lungo e non sempre si ottengono gli effetti sperati. Intanto il Codacons con una dettagliata iniziativa ha pubblicato la diffida scaricabile sul sito istituzionale. Perciò ogni persona under 60 che vuole tentare di ottenere un risarcimento economico deve compilare questo modulo e partecipare alla class action.

Il Codacons favorevole alla campagna di vaccinazione

E’ bene chiarire che il Codacons non ha nulla contro la campagna di vaccinazione ma ritiene solo inconcepibile il comportamento ondivago delle Istituzioni sul vaccino AstraZeneca. Infatti l’utilizzo del vaccino anglo-svedese ha subito vari cambiamenti: prima autorizzato solo per gli under 55, poi sospeso, successivamente raccomandato solo agli over 60.

Il cambio di programma del vaccino

Ora di nuovo un cambio di programma con la scelta di fare il vaccino AstraZeneca solo agli over 60. Intanto, però molti italiani con età inferiore hanno fatto la prima dose del vaccino e ora sono chiamati a ricevere l’altra dose. Il Governo sentito il parere del Comitato Tecnico Scientifico ha obbligato le Regioni a inoculare per la seconda dose il vaccino AstraZeneca solo agli over 60. Per tutti gli altri bisognerà inoculare i vaccini Pfizer o Moderna.

Il contenuto della diffida

In tutto questo il Codacons ha messo a disposizione dei cittadini interessati una diffida per chiedere il risarcimento del danno per più motivi.

La prima richiesta è il risarcimento del danno non patrimoniale causato dalla paura di ammalarsi per avere ricevuto la somministrazione del vaccino AstraZeneca. Tale danno è stato quantificato forfettariamente nella misura di 10.000 euro. Inoltre la diffida prevede il risarcimento del danno non patrimoniale-biologico, danno permanente o temporaneo, anche in termini di danno differenziale.

Milioni di vaccinati sono su tutte le furie e sono pronti ad alzare la voce

Infine le persone over 60 vaccinate con AstraZeneca potrebbero richiedere l’indennizzo previsto dalla Legge 201/92 a carico dello Stato.

Consigliati per te