Migliori titoli azionari da comprare a Wall Street per il 2020

Quali sono i migliori titoli azionari da comprare a Wall Street per il 2020? Il 2019 è stato molto particolare per i mercati americani. L’anno in corso ha mostrato varie facce, a volte assolutamente in contrasto tra di loro. Se nella prima metà abbiamo assistito ad una vera e propria esplosione rialzista, per chi avesse avuto la cattiva idea di investire in Borsa a giugno i segnali erano tutt’altro che accomodanti. Tra Trade War e inversione della curva dei rendimenti, all’orizzonte si sono formati nuvoloni carichi di negatività. Ma ad un certo punto il cielo è ritornato ad essere terso e Wall Street ha continuato a correre.

Cosa succederà a Wall Street nel 2020?

Se dovessimo fare un confronto ipotetico tra la prima metà del 2020 e quella dell’anno in corso, dovremmo assistere al trionfo di alcuni settori su altri. Il tecnologico, ad esempio, potrebbe continuare la sua corsa, forte di un anno incredibile e forte soprattutto del supporto psicologico dei comportamenti degli utenti, sempre più avvezzi all’uso di nuovi ed innovativi strumenti del vivere quotidiano.

Probabilmente i giganti che conosciamo molto bene come Apple (AAPL), Microsoft (MSFT), Amazon (AMZN) e Facebook (FB) non subiranno grosse variazioni in termini di trend. E anche alcune tipologie di strumenti come i REIT, operanti nel settore immobiliare, rimarranno molto profittevoli nell’ottica long term.

Migliori titoli azionari da comprare a Wall Street per il 2020: il settore Health Care

Se il tecnologico e l’immobiliare risultano segmenti di prim’ordine e molto appetibili, c’è da dire che esiste un segmento di mercato come l’Health Care che non conosce ostacoli. O almeno questo è ciò che ha mostrato nel corso degli anni come abbiamo più volte evidenziato. Nello specifico esistono due aziende che si distinguono negli Stati Uniti per le performance molto interessanti.

I titoli su cui puntare i riflettori

I due tra i migliori titoli azionari da comprare a Wall Street per il 2020 sono stati entrambi oggetto  di precedenti analisi e i risultati attuali sembrano confermare le attese. La prima è Teladoc (TDOC) che opera nel sottosettore della telemedicina, un connubio tra tecnologia e assistenza sanitaria che a quanto pare è fortissimo e con grosse potenzialità a Wall Street.  La seconda è UnitedHealth Group (UNH), fondata nel 1977 e probabilmente la più grande al mondo in termini di fatturato nel settore. Non a caso, nella classifica 2019 di Fortune 500, si trova al sesto posto, grazie ad un fatturato del 2018 di più di 230 miliardi di dollari.

Consigliati per te

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.