Migliori suggerimenti per essere belle con poco trucco a cinquant’anni

Ogni età ha i propri trucchetti per apparire sempre al top. Se verso i trent’anni la beauty-routine richiede di prevenire gli effetti del tempo attraverso la prevenzione e l’applicazione di alcune tipologie di creme, a cinquant’anni diventa essenziale prendersi cura della propria pelle attraverso prodotti anti-age.

Avendo appurato che la regola fondamentale è applicare il prodotto più adatto al viso e alle esigenze ella propria pelle, vediamo insieme quali sono i migliori suggerimenti per essere belle con poco trucco a cinquant’anni.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

L’irrinunciabile base make-up

Dopo aver applicato la crema, il siero e il contorno occhi è il momento di truccarsi. Promemoria: preferire sempre le creme idratanti, illuminanti, schiarenti o trasparenti.

Il primo suggerimento riguarda il fondotinta: la sua texture deve essere idratante e leggera, con un effetto illuminante. Questo step è fondamentale poiché un fondotinta pesante o troppo coprente potrebbe appesantire la pelle del viso, insinuandosi nelle rughe e marcandole di più. Da scartare anche i fondotinta in polvere e qualsiasi cosmetico effetto mat o senza oli.

Nel caso in cui si tenda ad avere una pelle del viso più lucida, l’ideale è di stendere un primer trasparente prima di applicare il fondotinta.

Il secondo suggerimento riguarda la modalità di applicazione del fondotinta:  farsi consigliare da un esperto per scegliere il pennello più adatto per applicare il prodotto ed evitare di stenderlo con spugnette o con le dita.  In questo modo il risultato sarà omogeneo e si eviteranno chiazze che, oltre ad essere brutte da vedere, invecchiano.

Come definire gli occhi e le labbra

Ma quali sono i migliori suggerimenti per essere belle con poco trucco a cinquant’anni in fatto di occhi? La prima mossa da fare è quella di applicare un leggero strato di primer nelle proprie palpebre. Questo renderà più omogenea la palpebra e sarà pronta per accogliere altri prodotti senza che sbavino o si vadano ad insinuare nelle pieghe dell’occhio.

Se l’ombretto è qualcosa di irrinunciabile, è sempre preferibile optare per toni caldi e nuance di terra. No ai toni freddi o ad un effetto troppo glitter.

Per ottenere un effetto armonioso e che apra lo sguardo applicare l’ombretto chiaro sulla palpebra mobile dell’occhio, sfumandolo verso l’esterno ( tempie).  Infine, per ottenere uno sguardo meno spento, ombreggiare la palpebra fissa con un tono di ombretto leggermente più scuro e un colore più chiaro all’angolo esteriore dell’occhio.

Prediligere l’uso del mascara ed evitare di marcare troppo l’occhio con matite nere o in crema. Durante la giornata e aprendo e chiudendo l’occhio, sbaveranno creando un effetto pesante e antiestetico.

Per le labbra, preferire toni leggeri e delicati come il pesca. No ai toni troppo scuri o all’uso di matita contorno labbra più chiara del rossetto.

Consigliati per te