Mercati: ribasso fino a Natale? Non è detto! I livelli da monitorare

La settimana dei mercati  si apre con un negativo pesante per il Ftse Mib. L’indice italiano infatti non più tardi delle 15.10 registrava un passivo di 1,26%. Nello stesso momento lo spread, cioè il differenziale di rendimento tra Bund tedeschi e Btp italiani, scendeva a i 169,2 punti. Per quanto riguarda il rendimento del titolo di stato a 10 anni, scendeva anche lui arrivando a 1,38%.

I mercati  del Vecchio Continente

Situazione simile, ma non così drastica, per il resto del Vecchio Continente. Infatti il Cac 40 di Parigi arrivava a perdere lo 0,54% mentre il Dax di Francoforte era a -0,22%. Meglio di tutti faceva il Ftse 100 di Londra a -0,08%.

Wall Street

I futures di Wall Street alle 15.10 (ora italiana) vedevano l’S&P 500 e il Dow Jones perdere entrambi lo 0,1% mentre il Nasdaq arrivava a -0,14%.

Le ultime raccomandazioni a Piazza Affari

Tra gli aggiornamenti sui rating di oggi a Piazza Affari sono da segnalare quelli riguardanti Anima Holding, giudicata Buy da Banca Akros con target price di 4,70 euro e da Banca Imi (t.p 5 euro) mentre per Mediobanca il titolo Anima è degno di un outperform a 4,6 euro. Ma Banca Akros consiglia l’acquisto anche su FCA con prezzo obiettivo di 17,50 euro. Altro Buy da Banca IMi è per Telecom Italia (t.p a 0,62 euro. Più ottimista Mediobanca che giudica outperform, tra gli alti anche Atlantia con fair value di 25,40 euro e Buzzi Unicem (target a 23,10 euro).

Le ultime raccomandazioni a Wall Street

Tra gli ultimi aggiornamenti da segnalare a Wall Street c’è quello di Adobe Inc.confermata con rating Overweight da Morgan Stanley che ha alzato l’obiettivo di prezzo a $410 da $340. Taglio netto per Chevron Corp. declassato a Neutral da Buy dagli esperti Citigroup. Da segnalare ancora la conferma di Lululemon Athletica Inc. ( Buy) con il suo aumento sull’obiettivo del prezzo a $ 268 da $ 230. A deciderlo quelli di Merrill Lynch. Bocciato invece il titolo 3M Co che per Citigroup da Buy passa a Neutral.

Gli eventi più importanti attesi nel calendario economico di domani

Domani è prevista la pubblicazione dei dati riguardanti la Produzione industriale italiana, inglese e francese di ottobre. Sul tavolo anche l’indice ZEW tedesco di dicembre e, dagli Usa il costo unitario del lavoro  (terzo trimestre) senza dimenticare  i prezzi alla produzione e al consumo cinese di novembre. Tra i dati pubblicati oggi, invece, il più importante in calendario riguardava il PIL giapponese del terzo trimestre. Il risultato è stato meglio del previsto: +0,4% invece dello 0,2% atteso dagli analisti. 

Agli orari prefissati si può consultare il calendario economico per leggere l’esito dei dati macroeconomici pubblicati.

Ritracciamento dei mercati al momento non pericoloso

Continuiamo a ritenere che alle porte non ci saranno forti ribassi ma nell’ipotesi più negativa si potrebbe assistere ad una fase laterale ribassista fino a Natale.

 Quale segnale riporterà  i mercati  invece al ribasso e anche con forza?

Chiusure della giornata di contrattazione del  10  dicembre inferiori a:

S&P 500

3.070

Dax Future

12.924

Eurostoxx Future

3.591

Ftse Mib Future

22.600

Nuovi rialzi fin da subito invece con tenuta al rialzo in chiusura di seduta dei seguenti valori:

S&P 500

3.102

Dax Future

13.042

Eurostoxx Future

3.643

Ftse Mib Future

22.920

Si procederà per step.

Consigliati per te

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.