Mercati al rialzo ma con stop inseriti!

Al suono della campanella i mercati europei vedono il segno meno quasi dappertutto con la sola eccezione, in realtà evidente già in mattinata, del Ftse 100.

Piazza Affari

Infatti Piazza Affari chiude la prima seduta della settimana con un saldo pari a -0,35%. Lo spread tra Bund e Btp è a arrivato a 249 con un rialzo minimo pari a 0,4%. Di conseguenza, nonostante il movimento frazionale, anche il rendimento del decennale tricolore ha visto un +0,36, il che lo ha portato a 2,76%.

INVESTI NEL MERCATO IMMOBILIARE CON UN RENDIMENTO DEL 13,13%
Puoi partire da soli 500 euro!

SCOPRI DI PIÙ

Il caso Ferragamo

Guardando ai singoli titoli sul mercato italiano spicca su tutti la performance negativa di Salvatore Ferragamo. Il titolo del lusso è una delle tante vittime illustri di una cina in fase di rallentamento. A decretarne la vendita in questo caso è stata Citi che ha trasformato il suo rating neutral in sell. La decisione arriva dopo un ampio monitoraggio del settore ma anche della concorrenza. Secondo Citi, infatti, ci sarebbero molti venti contrari.

La condanna di Citi

Prima di tutto una strategia in fase di transizione. Non solo, ma anche a livello di posizionamento del marchio non ci sarebbe una direzione coerente con i mercati presi in esame. Il tutto senza dimenticare sia le valutazioni ancora elevate del titolo sia una generale strategia di rilancio più forte nella concorrenza. Risultato: il titolo è stato tra i peggiori sul Ftse Mib con un -2,3%, preceduto solo dal -2,6% di Telecom.

La panoramica in Europa

Guardando alle altre piazze di scambio europee la situazione vede un generale passivo. A Parigi il Cac 40 ha chiuso a -0,17% mentre il Dax di Francoforte ha segnato un -0,6%. Da Londra, il Ftse 100 in attesa del voto sulla seconda bozza di intesa per la Brexit, è riuscito a strappare un altrettanto frazionale rialzo dello 0,03%.

EUR/USD immobile

Fenomeno particolare sul forex. La triplice sponda di debolezza che si vede sia nella Gran Bretagna che negli Stati Uniti così come in Europa hanno portato le prime conseguenze sul mercato dei cambi. EUR/USD immobile a 1,1361. Fed più cauta di quanto sospettato qualche tempo fa e Bce che potrebbe a sua volta muoversi di conseguenza ai dati macro più deboli del previsto. In attesa delle prossime comunicazioni di giovedì si moltiplicano le indiscrezioni di una revisione della guidance sui tassi di interesse.

Dati macro

Tra i dati macro attesi per domani si evidenziano quelli riguardanti la disoccupazione e i salari medi in Gran Bretagna e, in Germania, l’indice ZEW.
Analisi, attese e previsioni sui mercati europei

Analisi, attese e previsioni per i mercati europei

Siamo giunti su livelli di prezzo tempo di obiettivo mensile ma al momento non si ravvisano indizi ribassisti ma domani Wall Street detterà le danze dei mercati fino alla riunione FED di fine mese.

Si arriverà al meeting del 29/30 gennaio con rialzi o con cautela?

Quali sono le attese per la settimana?

Inizio in ribasso (fino a martedì)  per poi dirigersi  (fra giovedì e venerdì ) sui massimi proiettati. Questo scenario verrà ritenuto dominante fino a quando non si verificherà inversione giornaliera.

Come regolarsi?  Quali sono i livelli dei futures da monitorare che non devono assolutamente cedere in chiusura di giornata di martedì?

Ftse Mib  19.435

Eurostoxx   3.069

Dax   10.946

La rottura confermata in chiusura di seduta di questi valori potrebbe dare spazio ad una modifica dello scenario da rialzista a ribassista. Di sera in sera confermeremo o meno l’uno o l’altro scenario.

Attenzione in quanto alcuni indicatori ci fanno ritenere che siamo vicini ad una forte esplosione di momentum.

Tendenza e proiezioni per la settimana del 21  gennaio dei  mercati azionari europei
strumento tendenza area di massimo area di minimo punto di inversione
Future Ftse Mib Rialzo  20.150/19.990   19.450/19.205  18.900
Future Eurostoxx Rialzo  3.204/3.166  3.096/3.071  3.021
Future Dax Rialzo  11.455/11.354  11.066/10.955  10.775
Future Bund Laterale   –  –  165,01

Tendenza e proiezioni per la giornata del 21  gennaio dei  mercati azionari europei
strumento tendenza area di massimo area di minimo  punto di inversione
Future Ftse Mib Laterale  –  –  –
Future Eurostoxx Laterale  –
Future Dax Laterale  –  –
Future Bund Laterale  –  –

Consigliati per te