Mercati verso nuovi rialzi: i titoli su cui puntare

Nel variegato panorama dei mercati  europei continua ad essere evidente una debolezza diffusa.

Piazza Affari

Il listino milanese ha chiuso con un segno meno pari a 0,47% (20.209 punti). Lo spread tra Bund tedeschi e Btp italiani è arrivato a 268 punti, in calo rispetto alla precedente rilevazione. Così come in calo è anche il rendimento del decennale tricolore a 2,83%.

Crollo Juve e mercati

Confermate, se non addirittura peggiorato, il quadro negativo di Juventus Football Club. Un crollo che è arrivato a due cifre. -11,11%. Una debacle che non si può spiegare solo con la sconfitta nell’andata degli ottavi di Champions League contro l’Atletico Madrid , ma anche con un rally che è arrivato a +23% dai giorni del suo debutto sul Ftse Mib, a fine 2019. Rally che, per ovvi motivi, aspettava un semplice intoppo per passare alle prese di beneficio. Altri alibi è stato fornito dal debito di 300 milioni in pancia alla società. A questo si deve ora aggiungere una perdita di capitalizzazione che, visto il crollo, è arrivato a 150 milioni.

Il resto dei mercati d’Europa

Allargando la visuale al resto del panorama europeo è da segnalare la chiusura del Cac 30 di Parigi in perfetta parità (0%) mentre il Dax di Francoforte ha guadagnato lo 0,19%. Chi invece ha sofferto è stata ancora Londra. Il suo Ftse 100 è sceso dello 0,85%.

Da parte sua anche Wall Street non sta ingranando. Infatti alle 18.30 (ora italiana) vede un -0,22% così come anche il Dow che perde lo 0,29%. In negativo anche il Nasdaq a -0,17%.  A zavorrare le quotazioni sui listini a stelle e strisce è stato il dato sull’attività manifatturiera regionale pubblicato dalla Fed di Filadelfia. Il risultato di febbraio è arrivato a -4,1 punti un tracollo rispetto ai 17 di gennaio.

Dati macro e mercati Usa sotto pressione

Un risultato che è andato anche peggio delle attese, già di per sé in calo e ferme a 14 punti. Ma la trafila di dati negativi è andata oltre. In particolare con gli ordini di beni durevoli. La lettura preliminare di dicembre ha visto un +1,2% a livello mensile contro attese dell’1,8%. Non solo. Il Superindice di gennaio si è fermato a -0,1% a livello mensile, ben al di sotto delle proiezioni a +0,1%.

Titoli del Ftse Mib per il trading intraday

Abbiamo selezionato per alcuni titoli quotati a Piazza Affari, i target che potrebbero essere raggiunti nella giornata di domani con probabilità del 90% e del 70%:

Titolo         Probabilità 90% Probabilità 70%

Eni               15,305                 15,327

Ferrari       111,65                111,94

Attese sui mercati azionari

Come da attese oggi abbiamo assistito a continui alti e bassi, ma da domani dovrebbero/potrebbero riprendere gli acquisti.

Tendenza e proiezioni per la settimana del 18 febbraio dei  mercati azionari europei
strumento tendenza area di massimo area di minimo punto di inversione
Future Ftse Mib  Rialzo 20.835/20.605 20.075/19.795 19.400
Future Eurostoxx  Rialzo 3.305/3.285 3.216/3.189 3.136
Future Dax Laterale
Future Bund Laterale Rialzo

Tendenza e proiezioni per la giornata del 22 febbraio dei mercati azionari
strumento tendenza area di massimo area di minimo  punto di inversione
Future Ftse Mib Laterale Rialzo   –
Future Eurostoxx Laterale Rialzo
Future Dax Laterale Rialzo  –
Future Bund  Laterale Rialzo  –

Come regolarsi?

Al momento non ravvisiamo particolari pericoli e nell’ipotesi più pessimistica attendiamo lateralità rialzista.

Come al solito si procederà.

Approfondimento

Pagamenti online: varranno 100 trilioni di dollari

Mercati verso nuovi rialzi: i titoli su cui puntare ultima modifica: 2019-02-21T19:37:27+02:00 da Gerardo Marciano

Trova il tuo broker

Tickmill
Fisher Investments
Ava Trade

Consigliati per te

Le Fonti TV

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.