I mercati sono in prossimità di punti dove potrebbero essere respinti al rialzo

A cura di Gian Piero Turletti Autore degli Ebooks: Magic Box e PLT Edizioni Proiezionidiborsa

A volte, districarsi nell’interpretazione dei mercati, non è facile.

Ma alcuni elementi fondamentali per le sorti degli indici possono aiutarci in tal senso. Vediamo di cosa si tratta.

I principali indici azionari si trovano ricompresi tra elementi rialzisti, riconducibili a precedenti pattern di medio termine, di Magic box, ed elementi ribassisti di breve.

Sotto tale profilo occorre distinguere due opposte situazioni.

Come di consueto, Eurostoxx e Ftse mib, esprimendo maggior debolezza, hanno già rotto al ribasso precedenti supporti dinamici di medio, mentre Dax e S & P 500, dotati di maggior forza relativa, si trovano ancora al di sopra di questi.

Esaminiamo quindi la situazione sui singoli listini.

Ftse Mib: ha già rotto il primo supporto dinamico di medio, ma ha già raggiunto un target di breve in overshooting.

Possibili, quindi, quanto meno reazioni rialziste di breve, ma fin tanto che i corsi non romperanno la resistenza dinamica del canale ribassista, in cui sono ormai inseriti, possibile il raggiungimento quanto meno del secondo supporto dinamico di medio, oggi intersecante 15175.

Tale obiettivo, cioè la seconda trend line di medio, potrebbe essere raggiunto entro il 30 novembre, attorno ai 15680 punti.

Eurostoxx: i corsi sono ormai diretti verso un target in overshooting ribassista in area 2959, con primo setup entro il 9 novembre.

Tale obiettivo si colloca, peraltro, in prossimità del passaggio del secondo supporto dinamico di medio, che oggi transita in area 2933 e che il 9 novembre intersecherà area 2953.

Veniamo quindi alla situazione degli indici dotati di maggior forza relativa.

S & P 500: tre giorni fa è intervenuta la conferma di un pattern ribassista di Magic box, ma l’indice si trova ancora al di sopra di un fondamentale supporto dinamico di medio, oggi intersecante area 2070.

Si apre quindi un duplice scenario alternativo.

La tenuta del supporto dinamico favorirebbe la ripresa dell’up trend di medio.

Viceversa un suo cedimento imprimerebbe una spinta ribassista, in direzione di un primo target in area 2038, con primo setup entro il 13 gennaio, ed al di sopra del secondo supporto dinamico di medio.

Dax: anche l’indice tedesco si trova al di sopra di un fondamentale supporto di medio, oggi intersecante area 10305.

Ieri, però, è intervenuta una rottura di un pattern ribassista, per cui anche in questo caso si delinea un duplice scenario.

La tenuta del supporto dinamico favorirà la ripresa dell’up trend di medio.

Viceversa, una sua rottura spingerà i corsi verso un primo fondamentale target in area 9857, al di sopra del secondo supporto dinamico di medio.

Peraltro, uno dei possibili setup temporali attorno al 29 dicembre, coincide con il passaggio del secondo supporto dinamico.

In sintesi: indici in prossimità di supporti che potrebbero far invertire al rialzo. Attenzione quindi ai valori di chiusura.

Nel caso di prosecuzione ribassista, la maggior parte dei target si posiziona lungo i secondi supporti dinamici di medio termine.

 

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te