Mercati in ordine sparso di Gian Piero Turletti

MERCATI IN ORDINE SPARSO: AGGIORNAMENTO OPERATIVO DI BREVE/MEDIO CON MAGIC BOX.

 Gian Piero Turletti è Autore dell’Ebook Magic Box e PLT

Nonostante mercati difficili, con repentini cambi di direzione, ed in una situazione ancora incerta di lungo termine, con Magic box avremmo potuto comunque realizzare interessanti operazioni di medio termine.

Facciamo il punto della situazione sui principali indici azionari e sul fib.

FIB: il metodo consigliava acquisti in area 16114, da seguire, quindi, in trailing stop, segnale scattato ieri in area 17300.

Eurostoxx: il metodo consigliava acquisti in area 2748, da seguire, quindi, in trailing stop, segnale scattato ieri in area 2953.

Pertanto, va segnalato che, come precisato nel webinar di venerdì, i previsti target rialzisti sono stati archiviati proprio da tali segnali di stop su questu due indici.

Ancora in essere, invece, le operazioni rialziste su S & P 500 e su Dax.

Sull’indice USA il metodo consigliava acquisti in area 1848, ed ora l’indice sta approssimandosi al primo target rialzista in area 2083.

Sul Dax il metodo consigliava acquisti in area 8930 e ieri il minimo si è formato in prossimità del supporto a 9650.

Un’operatività quindi vincente, nonostante il difficile periodo attraversato dai principali listini.

Come commentare l’andamento delle borse?

Pare confermata, anche sotto tale profilo, l’indicazione del webinar, di mercati che potremmo definire a due velocità, in un trend sostanzialmente neutrale/ribassista ancora Eurostoxx e Ftse mib, decisamente più direzionali Dax e S & P 500, sui quali operazioni direzionali, quindi, si rivelano maggiormente durature e vincenti.

In ogni caso, anche su mercati difficili, Magic box è stato in grado di cogliere una significativa parte del trend.

Per operazioni di più ampia portata, si consiglia di preferire, quindi, Dax ed indici USA, mentre per un ritorno ad una view marcatamente unidirezionale di ampio respiro, dobbiamo attendere ancora che si sciolgano taluni nodi sui principali mercati europei, soprattutto su Eurostoxx e Fib.

 

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te