Mercati misti in attesa delle vendite al dettaglio USA

La sessione asiatica chiude l’ennesima seduta contrastata, ma il Nikkei riesce a guadagnare +0,80%. I deludenti dati macroeconomici cinesi, dove si attesta un decremento dell’export, portano in rosso i principali listini. Si inizia a pianificare una guerra commerciale contro gli USA dopo le varie dichiarazioni di Trump? Vedremo.

Le borse europee, intanto, conducono la sessione in corso al rialzo, ad eccezione del FTSE di Londra. Piazza Affari è al momento la migliore, grazie al rimbalzo di FCA e dei vari titoli bancari, quali Unicredit.

I Future americani, dopo la chiusura negativa di ieri sera, sono attualmente al rialzo in attesa che vengano pubblicate alle ore 14:30 le vendite al dettaglio, che stante alle previsioni dovrebbero aumentare. Il dollaro, allo stesso modo, rimane fermo in attesa del dato.

L’oro, invece, cede quota e scende sotto 1.200$ all’oncia dopo le prese di profitto e, congiuntamente, il petrolio perde terreno dopo gli ultimi rialzi dovuti alle dichiarazioni dell’Arabia Saudita piazzandosi a 52,40$ al barile.

Non resta che attendere il dato macroeconomico americano.

Consigliati per te