Mercati ferragostani, ma attenzione! di Gianluca Braguzzi

Prosegue il balletto dei dati mixati. Ieri in Germania il PIL mensile è uscito +0.4% ma inferiore alle aspettative di +0.5% ma subito è stato compensato dal dato annuale atteso a +1.5% e uscito invece migliore a +1.6%.

Che dire? Evidentemente gira così un dato buono e uno il suo contrario, oppure per chi come me, con un po’ di malizia e un pizzico di esperienza , pensa che questi dati non siano puri e immacolati la conclusione è un ‘altra.

Ovvero che tramite questa miscellanea di dati, che mai che come nell’ultimo mese tendono a contraddirsi, si vuole imporre ai mercati una calma piatta che ormai , finito il sogno della liquidità infinita con cambi bloccati, non si vedrà più, almeno in modo duraturo, per molto tempo.

Volatilità, cambi di direzione improvvisi ed escursioni di molti punti percentuali saranno la regola un po’ ovunque per diverso tempo.

Gianluca Braguzzi è un gestore di fondi comuni di investimento

I risultati delle previsioni presenti in questo articolo si basano su calcoli statistici spiegati negli ebook pubblicati da ProiezionidiBorsa ed elaborati sulla base dello storico dei prezzi a disposizione. (Ricordiamo, inoltre, di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te