Opera sui Mercati con XM! - Scopri di più!

Mercati: da domani direzionalità? In che verso?

Mercati in ordine sparso divisi tra Fed e BCE.

La BCE ripete i suoi allarmi sul rallentamento della crescita e lancia un monito per l’Italia. Intanto i mercati vanno a corrente alternata.

Piazza Affari

Dopo il -0,46% di ieri, oggi il Ftse Mib chiude in perfetta parità con un tondo 0% (21.671 punti). Lo spread tra il Bund tedesco e il Btp italiano, rimane a 258,2 punti come ieri così come anche il rendimento del decennale tricolore a 2,58%.

Il resto d’Europa

Per il resto del Vecchio Continente invece la situazione è alquanto variegata. Si va dall’incoraggiante 0,47% del Dax, l’indice della borsa tedesca fino allo 0,25% del Cac 40 di Parigi. Chi invece soffre un poco è Londra, con un Ftse 100 a -0,05%. Nonostante dall’Ue sia arrivata la conferma di voler concedere un allungamento dei tempi per l’attuazione della Brexit.

Wall Street

Per quanto riguarda Wall Street l’atmosfera non è diversa. In attesa dei numeri del Beige Book che verrà pubblicato questa sera alle 20 (ora italiana) Wall Street si presenta in ordine sparso. Alle 17.50 (ora italiana) infatti, l’S&P 500 non andava oltre un tiepido 0,2%. Lo stesso dicasi per il Nasdaq, più ottimista a 0,47%. Nello stesso momento il Dow Jones era in rosso con un -0,5%.

Verbali FOMC

Ma l’attesa è anche per la pubblicazione delle minute dell’ultima riunione del FOMC, il braccio operativo della banca centrale statunitense. Tra i dati macro pubblicati negli States spicca l’indice dei prezzi al consumo  di marzo a +0,4% a livello mensile e a +1,9% su base annuale. Non riesce a battere il consensus l’indice dei prezzi al consumo core, quello che la Fed solitamente monitora, arrivato a salire del 2% su base annuale e dello 0,1% su base mensile. Nel primo caso, infatti, gli esperti speravano in un+2,1%, nel secondo, invece, in uno 0,2%

Le parole di Mario Draghi

Evento del giorno, però, è la conferenza stampa di Mario Draghi come governatore della BCE. Il numero uno dell’istituto di Francoforte ha confermato i tassi a 0% almeno fino alla fine del 2019. Status quo anche per il tasso sulle operazioni di rifinanziamento marginale allo 0,25% e il per il tasso sui depositi alla BCE a -0,40%. E ancora: restano gli allarmi per la crescita in fase di rallentamento così come l’intenzione di monitorare l’andamento dell’economia mondiale ed europea.

Mercati: da domani direzionalità? In che verso? ultima modifica: 2019-04-10T20:34:52+02:00 da Gerardo Marciano

Trova il tuo broker

Tickmill
XM
Ava Trade

Consigliati per te

Le Fonti TV

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.