Mercati azionari: punto di lungo termine di Gian Piero Turletti

MERCATI AZIONARI: IL PUNTO DELLA SITUAZIONE DI MEDIO E LUNGO TERMINE.

Intervista a Gian Piero Turletti

Autore Magic box in 7 passi

Cosa pensa, in sintesi, della situazione di medio/lungo dei mercati azionari?

Per rispondere a questa domanda, considero diversi time frame, con particolare riferimento a quello settimanale e mensile.

Già le analisi riferite a quello daily, hanno evidenziato il cedimento di supporti di un certo rilievo, mentre l’analisi su time frame settimanale e mensile ci consente ulteriori, rilevanti elementi di riflessione.

In particolare, le barre mensili evidenziano su tutti i principali indici azionari almeno due principali patterns di medio/lungo, secondo la tecnica Magic box.

E su tutti gli indici sono stati raggiunti i primi target rialzisti dei pattern più piccoli, ma, al tempo stesso, non sono ancora stati raggiunti né gli obiettivi in overshooting, previsti dai patterns minori, né i primi obiettivi del pattern maggiore. Anche per questo motivo, è prevedibile una prosecuzione del trend di lungo verso ulteriori obiettivi rialzisti.

Possiamo quindi dire che ci troviamo in una situazione, in cui i mercati hanno raggiunto le aree di prezzo previste entro i setup temporali previsti, e stanno esprimendo una dinamica ribassista di breve/medio.

Questo non significa che il trend di lungo sia invertito al ribasso, fin tanto che le quotazioni permangono nei rispettivi canali rialzisti.

Lei ritiene che sia particolarmente interessante la situazione dello S & P 500?

Direi di sì, visto che la barra mensile si trova esattamente su una posizione di prezzo e tempo di equilibrio, dove il metodo la prevedeva con anni di anticipo.

Il trend di lungo, però, si invertirebbe solo con chiusura mensile di dicembre sotto 1855.

Per quanto riguarda, invece, la situazione di medio, le barre settimanali evidenziano la possibile formazione di un pattern ribassista, che troverebbe conferma sotto 2019 in chiusura settimanale.

In tal caso prima area obiettivo a 1924.

Cosa dire su Eurostoxx e Dax?

Il trend di lungo sull’Eurostoxx verrebbe messo in forse con una chiusura mensile di dicembre sotto area 3095.

Questa area potrebbe rappresentare un primo target del ribasso in essere che, solo in caso di successiva estensione, potrebbe avere un target più basso, ma mettendo in forse il rialzo di lungo, in area 2910 con primo setup entro la settimana del 22 febbraio.

Anche il Dax ha raggiunto un obiettivo di medio, come proiettato su time frame mensile, mentre il supporto dinamico di lungo a dicembre interseca area 8360.

Su time frame settimanale si evidenzia un pattern ribassista che ha come potenziale area obiettivo 8920 e come primo setup la settimana dell’8 febbraio.

E per quanto riguarda il Ftse mib?

Il supporto dinamico di lungo termine passa a dicembre in area 20400, mentre su time frame settimanale si evidenzia un potenziale obiettivo ribassista in area 19540, con primo setup entro la settimana del primo febbraio.

E’ sicuro il raggiungimento, in tempo e prezzo, degli obiettivi indicati?

Va sempre ricordato che gli scenari delineati sono elaborati con tecniche e metodi basati su ipotesi di natura probabilistica.

Infatti, anche il metodo Magic box evidenzia, anche proprio per questo motivo, livelli di inversione che archiviano, se superati, la proiezione in corso.

Essendo livelli dinamici, il loro valore cambia con il trascorrere del tempo.

I risultati delle previsioni presenti in questo articolo si basano su calcoli statistici spiegati negli ebook pubblicati da ProiezionidiBorsa ed elaborati sulla base dello storico dei prezzi a disposizione. (Ricordiamo, inoltre, di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te