Mercati azionari internazionali da domani inizia una corsa? Verso l’alto o il basso?

Mercati azionari internazionali da domani inizia una corsa? Il setup che scade domani porterà ad un’esplosione di momentum e all’abbrivio di una fase direzionale fino al 12 maggio? Potrebbe essere. Ma in che direzione?

Facciamo prima una premessa.

Non siamo negazionisti per quanto riguarda la teoria dei cicli classici ma stentiamo a credere alle gobbe o ad altro o a conteggi dei tempi che non ci sembrano abbiano una certa scientificità e dimostrazione empirica.

Abbiamo seri dubbi su questa teoria ed infatti a questa preferiamo branche dell’ analisi grafica o statistica che presentano canoni dell’affidabilità in base a criteri dimostrati e dimostrabili.

Fra questi diamo molta importanza all’alternarsi dei cicli del range e dell’alternarsi fra range contratti e range estesi. Dopo i minimi segnati nella settimana fra il 16 ed il 23 marzo ed il successivo rimbalzo in pochi giorni, si è poi consumata una lunga fase laterale. Siamo però ad un punto spartiacque.

Il lungo termine, come scritto in articoli precedenti è saldamente al ribasso. Il breve termine invece potrebbe essere ad un punto decisivo. Si premerà verso il basso o verso l’alto?

Crediamo che per dare indicazioni sarà decisiva la chiusura  di contrattazione della giornata di domani.

Mercati azionari internazionali da domani inizia una corsa? Quali sono i livelli da monitorare?

Verso l’alto o il basso?

Nuovi rialzi solo di brevissimo con chiusure giornaliere  superiori a:

S&P 500 

2.880

Dax Future

10.812

Eurostoxx Future

2.922

Ftse Mib Future

17.460.

Invece, chiusure giornaliere e poi settimanali inferiori ai seguenti livelli farebbero partire nuovi forti vendite almeno fino al 12 maggio.

S&P 500 

2.721

Dax Future

10.165

Eurostoxx Future

2.745

Ftse Mib Future

16.530

Siamo giunti quindi ad un punto decisivo e le probabilità “dettate” dal trend primario sono saldamente al ribasso. Il peggio potrebbe essere evitato solo da un forte rialzo nei prossimi giorni. Ma come scritto in articoli precedenti, solo un ritorno deciso sopra i massimi di marzo porterebbe realmente il sereno per qualche tempo.

Si procederà per step.

Consigliati per te