Mercati azionari in attesa del referendum italiano

a cura della dott.ssa Giovanna Maria Cristina Sambataro

Wall Street chiude sulla parità, solo il Dow Jones in territorio negativo -0,11%.
Sul fronte opposto, i mercati europei chiudono in forte flessione in attesa dell’esito del referendum italiano.

La coppia EUR/USD è stata scambiata a 1,0660 e lo yen recupera terreno sul dollaro scendendo sotto quota 114.

Il petrolio, dopo una mattinata di calma piatta, ha ripreso la risalita sopra i 51$ al barile durante la seduta americana grazie alla notizia che giorno 10 Dicembre i membri dell’Opec incontreranno i produttori non-opec a Mosca al fine di definire il numero di barili che verranno ridotti giornalmente. Nel frattempo la Russia conferma il suo taglio della produzione pari a 300.000 barili.

Le commodities, al contrario, hanno recuperato quota grazie alla debolezza del dollaro. L’argento, infatti, ha toccato quota 16,70$ all’oncia e l’oro sopra 1170$.

Non resta che attendere il referendum italiano, che porterà una forte volatilità non solo sugli indici europei, ma soprattutto sul fronte valutario.

Consigliati per te