Mercati azionari americani: in attesa del ribasso che non arriva, fin dove potrà spingersi il rialzo in corso?

Ovunque ormai si legge di mercati azionari americani che “devono” ritracciare in quanto salgono da troppo tempo.

Già l’utilizzo del verbo “dovere” presuppone un approccio sbagliato. I mercati, infatti, non “devono” nulla, ma vanno avanti per la loro strada indipendentemente dai desiderata degli operatori finanziari.

Qualcuno potrebbe obiettare a questo punto “ma anche voi di Proiezionidiborsa parlate da mesi di indizi ribassisti. Come giustificate questa affermazione se confrontata con l’andamento dei mercati?”

La risposta è semplice. Parliamo di indizi, d’altra parte abbiamo sempre scritto che

… fino a quando non ci saranno di inversione gli “indizi ribassisti” servono a poco. L’unico alleato che ha il trader è il grafico attraverso il quale è possibile, si deve capire lo stato del mercato e assecondarne la tendenza.

Sul mensile la tendenza è saldamente rialzista e c’è ancora spazio al rialzo fino in area 3085 (+15% dai livelli attuali). Va, però, notata una cosa. Le quotazioni rotto al rialzo la resistenza in area 2592. La sua mancata tenuta potrebbe favorire ritracciamenti fino in area 2280 da dove potrebbe ripartire il rialzo.

Notiamo come l’obiettivo del ritracciamento sul settimanale e sul mensile è molto simile e si trova in area 2300.

Conclusione: lo scenario più probabile prevede un ritracciamento fino in area 2300 che dovrebbe partire a breve. Da questi livelli, poi, si ripartirebbe prepotentemente al rialzo.

La prossima area temporale nella quale i nostri frattali proiettano un ribasso dei mercati americani è nel primo trimestre dell’anno 2018.

Fase laterale rialzista fino agli inizi del nuovo anno e poi ribasso?

Cosa monitorare?

Il trend ed i prezzi.

Ci sarà un momento in cui vendere le azioni?

Sicuramente,  ma non bisogna anticiparlo!Fisher Investments - Vendere azioni nel 2018

Proiezione di medio termine in corso sull’Indice S&P 500

blank

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te