Mentre Piazza Affari può rischiare il tracollo un titolo può mettere il turbo e schizzare del 20% se si verificano queste condizioni

La Borsa di Milano è all’ennesima prova cruciale, in bilico tra speranza di rialzo e paura del ribasso. La soglia dei 24.000 punti rimane spartiacque tra le speranze rialzista e i timori ribassisti. E mentre Piazza Affari può rischiare il tracollo un titolo può mettere il turbo e schizzare del 20% se si verificano queste condizioni.

Il bastione di Piazza Affari passa per questo livello di prezzo

Ieri la Borsa di Milano ha battuto un colpo, ma a metà giornata è stato temuto il peggio. Dopo le 14,00 i prezzi hanno violato al ribasso la soglia dei 24.000 punti. Come abbiamo scritto in più di un’occasione, quel livello è una specie di bastione. Uno spartiacque tra tendenza rialzista e fase ribassista. Per fortuna a 23.900 punti i prezzi del Ftse Mib sono rimbalzati, probabilmente complice la buona apertura di Wall Street. I primi segnali di avvio in positivo degli indici americani, ha riportato un poco di ottimismo in Europa e in particolare sul listino milanese.

Gli scenari possibili per la seduta di oggi

Al termine della seduta l’indice Ftse Mib (INDEX:FTSEMIB) ha chiuso in rialzo dello 0,3% ma, aspetto importante, sopra la soglia dei 24.000 punti, a 24.161 punti. Nella seduta di oggi i prezzi troveranno un primo ostacolo a 24.250 punti. Se superato potranno risalire fini a 24.400 punti e se avranno la forza potrebbero arrivare fino in area 24.600 punti. Al ribasso occorre monitorare sempre l’area di supporto 23.950/24.000 punti. Se i prezzi scendessero sotto questo livello, calerebbero almeno fino 23.650 punti. Col rischio che poi si possa verificare un tracollo improvviso.

Mentre Piazza Affari può rischiare il tracollo un titolo può mettere il turbo e schizzare del 20% se si verificano queste condizioni

Tra i titoli ieri si sono messi in mostra quelli del lusso e Cairo Communication. L’azione sembra decisa a ripartire al rialzo dopo alcune sedute in cui ha subito un movimento laterale. Ieri l’azione ha chiuso a 1,748 euro dopo un balzo del 10%. Cairo è vicino al massimo di 1,82 euro, livello di resistenza ma anche massimo degli ultimi 12 mesi. Se i prezzi superassero 1,82 euro, potrebbero spingersi fino al primo target di 2,15 euro. Se quest’ipotesi si avverasse, il titolo salirà di quasi il 20%. Se i prezzi scendessero sotto 1,65 euro, sarebbe un brutto segnale. In questo caso potrebbero calare fino a 1,57 e archiviare per il momento l’ipotesi rialzista.

Approfondimento

Questa l’analisi multidays e il punto sui mercati internazionali dell’Ufficio Studi di ProiezionidiBorsa.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te