Mentre la Borsa di Milano finiva in gloria un titolo ha sbancato il listino grazie a un dividendo eccezionale

Oggi in Borsa a Milano è accaduto qualcosa che potrebbe cambiare gli eventi delle ultime sedute. La chiusura in rialzo di Piazza Affari è il segnale che una nuova fase rialzista è sempre più vicina. E mentre la Borsa di Milano finiva in gloria un titolo ha sbancato il listino grazie a un dividendo eccezionale.

Forse per Piazza Affari è arrivato il momento di ripartire al rialzo

Iniziano ad arrivare segnali positivi dalla Borsa di Milano, che fanno ben sperare per la prossima settimana. La chiusura in rialzo del Ftse Mib (INDEX:FTSEMIB) dello 0,7%, è molto più positiva e incoraggiante di quanto il risultato finale lasci pensare. Lo è per come è stata raggiunta.

Nell’ultima seduta della settimana, statisticamente non favorevole al mercato, Piazza Affari è partita in deciso rialzo, addirittura in gap. Infatti il primo prezzo d’apertura è stato superiore al massimo della seduta di ieri. Poi i prezzi sono scesi per chiudere il vuoto e una volta raggiunto l’obiettivo, hanno ripreso a salire. Alle 15:30 le quotazioni hanno toccato il massimo della giornata, ad appena 70 punti dai 24.500.

Mentre la Borsa di Milano finiva in gloria un titolo ha sbancato il listino grazie a un dividendo eccezionale

Come indicato nella precedente analisi, il superamento dei 24.300 punti avrebbe spinto Piazza Affari e così è stato. I prezzi hanno ripiegato solo dopo le 15:30, quando sono arrivate alcune prese di beneficio dei trader di breve periodo.

L’andamento dei titoli ci dice che gli investitori sono tornati a scommettere su due settori che già nelle precedenti sedute si erano messi in luce. Il settore dell’energia e quello automobilistico.

Tra le migliori 10 blue chips oggi troviamo Tenaris, Saipem e Terna. Ma anche Eni ha chiuso con un bel rialzo, superiore al punto percentuale. E hanno chiuso bene i titoli del settore automobilistico, Ferrari in testa, con un guadagno del 2,1%. Ma tra i primi 10 titoli a maggiore capitalizzazione c’è anche Stellantis, che torna a salire con convinzione dopo il recente ritracciamento dai massimi.

Tra i titoli minori oggi è svettata Conafi Prestito. Il titolo è balzato del 22% chiudendo a 0,303 euro. Il rialzo è stato favorito dalla decisione del consiglio d’amministrazione di pagare il 10 maggio un dividendo straordinario. La cedola è di 0,027 euro, pari al 9% circa del prezzo di chiusura del titolo. Ma ai prezzi d’apertura superava il 10%. Da qui la corsa ad accaparrarsi il titolo.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te