Mentre Generali Assicurazioni ha dato segnali ribassisti ci sono 4 titoli sottovalutati a Piazza Affari che rimangono ancora al rialzo

Il segnale grafico degli ultimi giorni è poco incoraggiante e ora il Ftse Mib Future potrebbe continuare a scendere ancora del 10%. Attenzione comunque a quello che accadrà lunedì 24 gennaio e come al solito, questa previsione verrà monitorata di giorno in giorno nel nostro punto sui mercati.

I mercati sia al rialzo che al ribasso, offrono comunque sempre interessanti opportunità di investimento. Per questo motivo, oggi il nostro Ufficio Studi valuta che mentre Generali Assicurazioni ha dato segnali ribassisti ci sono 4 titoli sottovalutati a Piazza Affari che rimangono ancora al rialzo.

Chiariamo prima però un aspetto importante. Quando potrebbe durare questo ribasso? Si assisterà probabilmente a un mercato discendente per molto tempo?

Le nostre previsioni per l’anno in corso sono le seguenti: il toro dei mercati uscirà dal recinto dopo giugno e quindi il ritracciamento in corso, anche se potrebbe continuare ancora per qualche mese, rappresenterà molto probabilmente una straordinaria occasione di acquisto in ottica di medio lungo termine (1/3 anni e oltre).

Mentre Generali Assicurazioni ha dato segnali ribassisti ci sono 4 titoli sottovalutati a Piazza Affari che rimangono ancora al rialzo

Il calcolo del fair value è stato fatto dopo un’attenta analisi delle voci di bilancio degli ultimi 4 anni.

Generali Assicurazioni (MIL:G), ultimo prezzo a 18,27. Fair value a 26 euro.

Fino a quando non si assisterà a una chiusura settimanale superiore a 18,91, i prezzi potrebbero continuare a scendere in poche settimane verso l’area di 17,47 e poi 16,85 euro. Nel breve, un primo indizio rialzista si avrebbe con una chiusura giornaliera superiore a 18,785.

Gli altri titoli analizzati sono Anima Holding, Azimut, Stellantis e Tenaris

Anima Holding, ultimo prezzo a 4,50. Fair value a 6,50 euro.

Fino a quando non si assisterà a una chiusura settimanale inferiore ai 4,438, saranno possibili ulteriori rialzi nei prossimi 1/3 mesi verso l’area 5,25. Tendenza ribassista di brevissimo: un primo indizio rialzista si formerebbe invece con una chiusura giornaliera superiore a 4,581. Situazione grafica incerta e pertanto si consiglia di attendere sviluppi.

Azimut, ultimo prezzo a 25,20. Fair value a 36 euro.

Fino a quando non si assisterà a una chiusura settimanale inferiore ai 24,69, saranno possibili ulteriori rialzi nei prossimi 1/3 mesi verso l’area 27,0 e oltre. Tendenza ribassista di brevissimo: un primo indizio rialzista si formerebbe invece con una chiusura giornaliera superiore a 25,67. Situazione grafica incerta e pertanto si consiglia di attendere sviluppi.

Stellantis, ultimo prezzo a 18,128. Fair value a 28 euro.

Fino a quando non si assisterà a una chiusura settimanale inferiore ai 17,812, saranno possibili ulteriori rialzi nei prossimi 1/3 mesi verso l’area 20,25/21,75 e oltre. Tendenza ribassista di brevissimo: un primo indizio rialzista si formerebbe invece con una chiusura giornaliera superiore a 19,216. Situazione grafica incerta e pertanto si consiglia di attendere sviluppi.

Tenaris, ultimo prezzo a 10,36. Fair value a 12,10 euro.

Fino a quando non si assisterà a una chiusura settimanale inferiore ai 10,195, saranno possibili ulteriori rialzi nei prossimi 1/3 mesi verso l’area 11,55 e oltre. Tendenza ribassista di brevissimo: un primo indizio rialzista si formerebbe invece con una chiusura giornaliera superiore a 10,585. Situazione grafica incerta e pertanto si consiglia di attendere sviluppi.

I risultati delle previsioni presenti in questo articolo si basano su calcoli statistici spiegati negli ebook pubblicati da ProiezionidiBorsa ed elaborati sulla base dello storico dei prezzi a disposizione. (Ricordiamo, inoltre, di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te