Meglio controllare subito questi valori del sangue se sentiamo il cuore in gola e siamo sempre stanchi

Quando gli anni della giovinezza diventano un ricordo lontano sarebbe prudente sottoporsi a controlli clinici con maggiore frequenza. Come un’auto che ha già percorso molti chilometri ha bisogno di revisione e tagliando, così il nostro organismo necessita di accertamenti. E sono proprio gli esami del sangue che consentono di verificare il funzionamento degli organi e le sostanze che circolano nel corpo.

Da un semplice prelievo venoso è possibile infatti monitorare una serie di parametri utili a valutare lo stato di salute generale del paziente. Le analisi del sangue permettono di individuare i valori di glicemia, trigliceridi, azotemia, potassio, colesterolo totale, colesterolo HDL, birulina ecc.  Dalla valutazione di tali valori potrebbe emergere livelli fuori norma di trigliceridi e colesterolo cattivo. In linea di massima ecco quante settimane servono per far scendere i livelli di colesterolo cattivo senza prendere statine.  In  altri casi, soprattutto con livelli intermedi di colesterolo LDL il medico curante potrebbe suggerire il ricorso a integratori piuttosto che farmaci.

Per chi dovesse tentare questa strategia d’intervento ecco di quanto scende il colesterolo totale con gli integratori alimentari naturali. Se il prelievo del sangue rivela ad esempio la presenza di grasso nelle arterie si potrebbe dapprima adottare un regime alimentare più salutare. E per far ciò ovviamente bisogna avere informazioni e conoscenze che guidino nella scelta dei cibi. Probabilmente pochi sanno ad esempio se vi è più colesterolo nel tuorlo d’uovo o in 100 grammi di formaggio stagionato come pecorino e grana padano. Al di là di ciò è comunque meglio controllare questi valori del sangue se sentiamo il cuore in gola e siamo sempre stanchi. Non sarebbe infatti prudente rimandare indagini cliniche se si registra affanno, tachicardia o aritmie e una sensazione persistente di spossatezza.

Meglio controllare subito questi valori del sangue se sentiamo il cuore in gola e siamo sempre stanchi

Oltre a sentirsi stanchi già di primo mattina, alcuni soggetti avvertono delle variazioni del battito cardiaco. Talvolta il cuore batte più o meno rapidamente e con una frequenza non regolare. A tali sintomi potrebbe anche aggiungersi il respiro corto anche in assenza di particolari sforzi fisici. Dietro questi segnali potrebbe nascondersi un restringimento delle arterie a causa della presenza di depositi di grasso.

Quando i livelli di colesterolo LDL sono alti si riduce sensibilmente il lumen dei vasi sanguigni e ciò rende sempre più difficoltosa la circolazione. Alcuni studi hanno infatti rilevato una stretta connessione tra l’insorgenza delle aritmie cardiache e la presenza di placche aterosclerotiche. Valori troppo alti di colesterolo LDL provocano inoltre delle alterazioni delle funzioni dei recettori ormonali, dei canali ionici e delle pompe. Conviene pertanto effettuare controlli periodici soprattutto dopo la mezz’età per scongiurare il rischio di fibrillazione atriale e di aritmie ventricolari. Allo stesso modo si raccomanda di rivolgersi ad uno specialista se gli esami del sangue dovessero rivelare valori fuori norma.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te