Malattie e tumori più frequenti nelle donne tra i 40 e 50 anni di età

In occasione della Giornata mondiale contro il cancro del 4 febbraio 2021, l’AIRC ha pubblicato i dati del rapporto del  Global Cancer Statics, aggiornati al 2020, sul numero dei casi di tumore in ben 185 Paesi.

Dal rapporto sono emersi numeri piuttosto preoccupanti che devono invogliare ciascuna persona alla prevenzione e alla diagnosi precoce.

A livello globale, una persona su 5 nel corso della propria vita, svilupperà un tumore.

È infatti fondamentale per prevenire o comunque abbassare il tasso di mortalità, sottoporsi a controlli periodici.

Controlli garantiti nei Paesi evoluti ed anche gratuiti come in Italia per determinati tumori.

Prevenzione diagnosi precoce

Infatti, il Servizio Sanitario Nazionale secondo le indicazioni del Ministero della Salute fornisce gratuitamente controlli per la diagnosi oncologica precoce nel caso di tumore al seno o alla cervice uterina piuttosto che al colon retto.

Per ulteriori informazioni è possibile consultare direttamente il sito del Ministero cliccando qui.

Situazione completamente opposta invece nei cd. Paesi non evoluti, nei quali prevenzione e diagnosi precoce sono ancora quasi sconosciute.

La malattia infatti viene spesso diagnosticata in uno stadio avanzato quando le speranze di sopravvivere sono purtroppo piuttosto basse.

Per cui mentre nei Paesi più sviluppati e ricchi i tumori sono sempre più diffusi ma si riescono a combattere grazie alla prevenzione e alla diagnostica.

Nei Paesi più poveri o comunque non ancora sviluppati il numero di casi di tumori è di certo inferiore ma il numero della mortalità in proporzione è più alto a causa delle diseguaglianze ancora oggi troppo evidenti tra Paesi e Paesi.

Individuare un tumore nella fase iniziale è molto importante!

Quest’oggi parleremo di quelle malattie e di quei tumori più frequenti  nelle donne tra i 40 e 50 anni.

Malattie e tumori più frequenti nelle donne tra i 40 e  50 anni di età

Donne e uomini sono fisiologicamente diversi. Diversi gli ormoni, diversi i cromosomi, diverso il metabolismo ed anche il sistema immunitario.

Ricerche scientifiche e dati numerici dimostrano che alcune malattie ed alcuni tumori fanno differenza tra i generi ossia tra i due sessi.

Secondo l’Istituto Superiore di Sanità gli uomini si ammalano di più ed hanno una sopravvivenza inferiore rispetto alle donne. Queste ultime, hanno un sistema immunitario più forte di quello maschile.

Tuttavia, anche le donne devono fare molta attenzione e sottoporsi ai controlli periodici soprattutto quando si va avanti con gli anni.

Vediamo dunque di quali malattie e tumori soffre più di frequente il genere femminile.

Malattie e tumori più frequenti nelle donne tra i 40 e 50 anni di età. Andiamo ad analizzare i dati a disposizione. Tra le malattie più comuni a partire dai 50 anni di età nelle donne c’è l’osteoporosi. 1 donna su 3 ne soffre.

Anche la trombosi venosa è una malattia che vede come protagoniste le donne ed è particolarmente rischiosa nel corso della gravidanza e dopo il parto. Ne soffrono molte donne con malattie cardiovascolari e con problemi alla tiroide.

Tra i tumori, invece, più comuni nelle donne a partire dai 50 anni c’è il tumore della mammella, del colon retto, dell’utero e della cervina uterina.

Nonché quello dello ovaio.

Rispetto al passato il tumore del polmone conosciuto come cancro tipicamente maschile sta aumentando nell’ultimo decennio anche nelle donne a causa della loro abitudine al fumo di sigaretta.

Per cui oltre ad uno stile di vita sano e ad una corretta alimentazione è importante tenersi sempre sotto controllo. Al riguardo si consiglia la lettura di “Questi valori sospetti negli esami del sangue ci svelano in tempo se abbiamo un tumore.”

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te