Mal di testa, capelli che cadono, dolore al petto, anemia potrebbero indicare una carenza importante di ferro, ecco come aumentarlo velocemente

Oggigiorno sono sempre più frequenti le persone che presentano alcuni sintomi come mal di testa, irritabilità, dolore al petto, perdita eccessiva di capelli.

In più sembrerebbero in aumento anche le persone che soffrono di anemia, stanchezza cronica, angoli della bocca screpolati ed insonnia. Tutti questi sintomi potrebbero essere il campanello di allarme di molteplici patologie, ma potrebbero più semplicemente essere indice di una carenza di ferro.

Il ferro è un minerale importantissimo all’interno del nostro corpo; infatti, svolgerebbe un ruolo chiave nella formazione del sangue e nel trasporto dell’ossigeno.

Mal di testa, capelli che cadono, dolore al petto, anemia potrebbero indicare una carenza importante di ferro, ecco come aumentarlo velocemente

Una carenza di questo prezioso minerale potrebbe causare la comparsa della cosiddetta anemia sideropenica o da carenza di ferro. In questo caso specifico l’emoglobina sembrerebbe essere prodotta in quantità insufficienti; pertanto, il sangue potrà trasportare ossigeno in quantità limitate.

Le carenze di ferro possono dipendere da molteplici fattori, tra questi un apporto insufficiente tramite l’alimentazione. Una condizione che si verifica più spesso nei regimi alimentari vegetariani e vegani, ma anche nelle persone che soffrono di disturbi alimentari e disbiosi intestinali.

Gli alimenti più ricchi di ferro sarebbero quelli di origine animale in particolare la carne, ad esempio quella di manzo. Tuttavia anche alimenti come aringa, uova e alcuni alimenti vegetali come legumi, soia, semi di zucca, tofu ne posseggono un quantitativo sufficiente.

Trucchetti

Ci sono inoltre alcuni trucchetti da mettere in pratica a tavola che migliorerebbero di gran lunga l’assorbimento del ferro contenuto all’interno degli alimenti.

Ad ogni pasto o quasi, consumare fonti di vitamina C durante i pasti come limone spremuto, frutta e peperoncino. Basterà mangiare un’arancia a fine pasto per raggiungere il quantitativo necessario di vitamina C per favorire l’assorbimento di ferro.

Meglio evitare di consumare durante i pasti bevande come tè o caffè o fonti di calcio, che limitano l’assorbimento del ferro.

Utilizzare aglio e cipolla durante la preparazione dei piatti favorirebbe l’assorbimento di ferro.

La carenza di ferro è valutabile da semplici analisi del sangue, valori come l’emoglobina e la ferritina sono utili per valutare la presenza di questo minerale nel corpo.

Ebbene, mal di testa, capelli che cadono, dolore al petto, anemia potrebbero indicare una carenza importante di ferro, ecco come aumentarlo velocemente.

Approfondimento

Per mantenere il cervello giovane anche a 50 anni e prevenire e ritardare la demenza e i vuoti di memoria ecco 3 esercizi efficacissimi

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te