Mai viste delle zeppole così buone se si seguono questi consigli

La zeppola è una grande protagonista della piccola pasticceria. Fritto o al forno, questo dolce ha una consistenza fragrante, arricchita normalmente da una deliziosa crema pasticcera e dal tocco di una preziosa amarena sciroppata. Realizzarle a casa richiede qualche piccola abilità, ma è il caso di dirlo: mai viste delle zeppole così buone se si seguono questi consigli!

Come ottenere zeppole perfette

La Redazione aveva illustrato la ricetta delle zeppole in un suo precedente articolo. Oggi intende fornire qualche consiglio in più ai Lettori, anche per evitare errori piuttosto frequenti, capaci di compromettere il risultato.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Il primo importante consiglio è quello di prestare attenzione alla farina scelta. Questa rappresenta uno degli ingredienti cardine della ricetta, per cui sempre meglio orientare la propria scelta verso un prodotto di qualità.

La farina non dovrebbe essere troppo pesante, altrimenti il dolce avrà una difficoltà in più con cui confrontarsi e non riuscirà a gonfiare a sufficienza.

Uova impegnative

L’ostacolo più grande nella preparazione delle zeppole sono le uova. È innanzitutto fondamentale aggiungerne una per volta. Bisogna prestare attenzione, però, prima di aggiungere le uova al composto di burro, acqua e farina.

Questo perché, la prima cottura delle zeppole è con il roux sul fuoco. Se questo è ancora caldo, le uova diventeranno calde a contatto con l’impasto e cuoceranno. Bisogna aggiungere le uova sempre a composto ben freddo, per evitare l’effetto di “uova alla carbonara”.

È assolutamente normale che, aggiungendo un uovo per volta, l’impasto appaia slegato e molto scivoloso. Questa reazione è una condizione imprescindibile dell’aggiunta delle uova. L’impasto diverrà uniforme non appena sarà ben amalgamato.

Strumenti amici

Mai viste delle zeppole così buone se si seguono questi consigli, ma attenzione anche allo strumento usato per mescolare. È preferibile mescolare le zeppole a mano se la dose non è eccessiva, altrimenti la planetaria farà fatica a prendere l’uovo sul fondo. Anche se la scelta è ricaduta sulla planetaria, vale lo stesso discorso prima fatto: mai aggiungerne più di un uovo per volta.

La giusta consistenza

Per avere zeppole perfettamente striate, l’impasto non deve essere né troppo morbido né troppo duro. Questo deve uscire dalla punta della sac à poche con sufficiente semplicità.

Consigliamo di dar forma alle zeppole nella placca da forno, ma in modo molto distanziato. Esse cresceranno notevolmente in cottura.

Mestolo vincente

Un ultimo piccolo trucco? Una volta terminata la cottura delle zeppole, prima di sfornarle, consigliamo d’inserire il manico di un mestolo di legno nell’apertura del forno. Questo servirà a far fuoriuscire tutto il vapore creatosi durante la cottura, così da far asciugare perfettamente le zeppole all’interno.

Oppure, è utile farle asciugare, dopo la cottura, su una griglia come quella del microonde. L’aria passerà sotto, senza determinare la formazione di condensa. Mai viste delle zeppole così buone se si seguono questi consigli.

Consigliati per te