Mai più scatolette di tonno vuote nella spazzatura dopo averne scoperto questi usi

Latta e lattine sono tra i rifiuti riciclabili che maggiormente si accumulano nelle case. L’alluminio, proprio per il suo essere molto comune, potrebbe essere uno dei materiali di riciclo più sfruttati e utili.

Infatti, le scatolette di alluminio del tonno o dei legumi possono facilmente trasformarsi in oggetti creativi. Ci vuole un pizzico di fantasia e un po’ di arte del recupero: le scatolette di tonno perderanno il loro uso comune per diventare dei vasetti, dei portacandele, un portapranzo e addirittura un orologio. Non getteremo mai più scatolette di tonno vuote nella spazzatura dopo averne scoperto questi usi. Ecco cosa può accadere riciclando questo oggetto di scarto.

Come riciclare le scatolette consapevolmente

Nel vademecum del “bravo consumatore” di tonno in scatola, sono elencate alcune regole per lo smaltimento di olio e latta.

Una volta sgocciolato il tonno, l’olio non dovrà mai essere gettato nel lavandino o simili. Similmente all’olio d’oliva o di semi, l’olio del tonno andrebbe filtrato e conservato in un contenitore per essere smaltito. Esistono dei contenitori particolari che consentono di gettare l’olio in modo sicuro. In questo modo si preserva l’ecosistema.

Per quanto riguarda l’alluminio o latta, questa va gettata negli appositi contenitori della raccolta differenziata. Un accorgimento importante è di separare completamente la latta da eventuale carta che la ricopre. In questo modo si aiuta e facilita l’attività di recupero.

Mai più scatolette di tonno vuote nella spazzatura dopo averne scoperto questi usi

Le scatolette di tonno, per la loro forma rotonda, sono di per sé adatte a contenere cose.

Una volta svuotate e ripulite bene, perché non farne dei vasetti per piccole piante da appartamento? Sia lasciate al naturale che decorate, le scatolette forniranno un ottimo contenitore per piccole piante grasse, cactus e altre piante in miniatura. Basta praticare qualche foro sul fondo delle scatolette e riempirle con della terra.

Le scatolette di tonno possono anche essere perfette anche come portacandele. In questo caso, se si preferisce decorarle, si può pensare di rivestirle con della carta o con la stoffa. Per la candela si può sciogliere della cera inserendo uno stoppino all’interno. Oppure un’altra idea è quella di creare dei veri portacandele inserendo all’interno della latta dei lumini.

Sul web si trovano tantissime idee di riciclo creativo. Per esempio come fare un portapranzo con le scatolette di tonno. Insomma per dar vita alla cosiddetta “schiscetta” serviranno pochi strumenti e 3 o 4 scatolette di grandi dimensioni.

Per concludere, perché non creare il proprio orologio da parete personalizzato con una grande scatoletta di tonno, decorandola con nastri, spaghi, carta o dipingendola? Basterà inserire un meccanismo a lancette e otterremo uno splendido orologio.

Consigliati per te