Mai più piante con foglie impolverate e opache grazie a questo semplice ingrediente che abbiamo in cucina

Se abbiamo il famoso “pollice verde” o se più semplicemente coltiviamo la passione per la botanica sicuramente avremo la casa piena di piante. Se facciamo parte di questi gruppi di persone c’è sicuramente una cosa che non sopportiamo: vedere le nostre beniamine spente ed opache. Questo avviene soprattutto nel momento in cui rientriamo a casa dopo lunghi o brevi periodi di vacanza. Ecco, quindi, un metodo semplice e veloce per ridare splendore e brillantezza alle nostre piante. Non vedremo infatti mai più piante con foglie impolverate e opache grazie a questo semplice ingrediente che abbiamo in cucina. A volte infatti bastano degli ingredienti naturali per risolvere i problemi di tutti i giorni. Vediamo insieme dunque come possiamo fare per lucidare le foglie delle nostre piantine domestiche.

Mai più piante con foglie impolverate e opache grazie a questo semplice ingrediente che abbiamo in cucina

Stiamo parlando della banana, nello specifico della sua buccia che spesso viene considerata ingiustamente una parte di scarto. Infatti, questa può essere riutilizzata in maniera intelligente prima di essere definitivamente cestinata. Ad esempio, può fungere da sbiancante per i denti oppure, se spezzettata e messa in ammollo, può creare un liquido molto utile per fertilizzare i nostri vasi. Nel nostro caso però dopo aver mangiato il frutto basterà semplicemente usare la buccia. Bisogna passare poi la parte interna su quelle foglie che si presentano spente, debilitate e piene di polvere. Quindi, con una semplice e attento gesto rinvigoriremo subito le piante rendendole di nuovo belle da vedere.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Aloe Vera Slim, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Altre alternative possibili da utilizzare

Se per caso non avessimo in dispensa questo frutto tropicale possiamo sempre optare per un altro trucco casalingo e di origine naturale: il latte. Per non buttarlo direttamente via possiamo anche utilizzare quello scaduto da un paio di giorni. Basta creare una soluzione composta da ¾ di latte e ¼ di acqua e nebulizzarla sulle foglie. Infine, è necessario rimuoverla con l’aiuto di un panno di microfibra o di cotone. Attenzione, però, queste soluzioni sono sconsigliate per le piante che si presentano ricoperte da una leggera peluria. Se non si è sicuri di come comportarsi si consiglia sempre di chiedere ad un esperto. Se, invece, si desidera fare affidamento sul fai da te, si possono comprare dei prodotti specifici da acquistare sia online che all’interno dei fiorai e di altri centri specializzati.

Approfondimento

Per salvare un’orchidea in fin di vita basta quest’oggetto che tutti abbiamo in cucina

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te